Roland Berger: nel 2025 20% delle prestazioni mediche sostituite dall’Intelligenza artificiale

12 Dicembre 2019, di Alessandra Caparello

L’Intelligenza artificiale è il fattore chiave che sta rivoluzionando la società e ha implicazioni in tantissimi ambiti, sanità inclusa. Tanto che entro il 2025 il 20% delle prestazioni medico-sanitarie potrebbero essere sostituite dall’IA.

Il dato emerge dall’ultima ricerca condotta da Roland Berger secondo cui al 2025 in Europa il mercato della “digital health” – che comprende tutti i nuovi prodotti e servizi per la cura della persona completamente digitalizzati – raggiungerà un market share dell’8% con un valore economico stimato in 155 miliardi di Euro.

Per quanto riguarda l’applicazione dell’IA sui trattamenti somministrati ai pazienti, si prevede che il 30% sarà abbinato ad una terapia completamente tailor-made, mentre il 40% sarà supportato dai cosiddetti «digital twins», modelli virtuali prodotti sulla base del DNA del paziente stesso, utili a testare le terapie prima di applicarle direttamente sulla persona. Una vera rivoluzione.

Google e Apple nel sistema healthcare

Il 61% degli intervistati nella ricerca condotta da Roland Berger inoltre sostiene che i tech-giants, a partire da Google ed Apple, saranno parte integrante dell’intero sistema dell’healthcare. Tanto più che c’è già chi è in prima linea. Come dimostra l’Amazon Care Health Program, una vera e propria clinica virtuale dedicata ai dipendenti Amazon e alle loro famiglie in grado di effettuare diagnosi da remoto e programmare visite mediche direttamente a domicilio.

Tuttavia la maggioranza (80%) crede che le compagnie assicurative saranno le vere protagoniste. Tutto grazie alle offerte di servizi di diagnosi digitale e supporto terapeutico offerto ai propri iscritti. Inoltre, per 7 intervistati su 10, la digitalizzazione creerà nuovi parametri di comunicazione tra assicurato e assicuratore.

Districarsi in un mercato mutevole come quello dell’healthcare può diventare complesso però. Ecco perché Roland Berger fornisce una roadmap per i player che vogliono implementare la digital trasformation. Provider e compagnie assicurative del settore devono essere flessibili e veloci, ma soprattutto tenere sempre al centro le necessità del cliente, ed essere quindi user-centric.

I player, sia pubblici sia privati, che si muovono nel settore dell’assistenza sanitaria si trovano davanti a un bivio: cavalcare l’onda della digital revolution oppure essere spazzati via.

Andrea Bassanino, Partner di Roland Berger, conclude:

La reale capacità di mettere a terra l’attitudine al cambiamento e di creare le condizioni per innovare in maniera radicale, attraverso logiche di rete e di ecosistema, rappresenteranno elementi chiave per consentire agli operatori di cogliere pienamente e prima di altri le opportunità che una completa riconfigurazione del settore potrà garantire ad alcuni e negare a molti.