Risparmio Gestito, si rafforza ufficialmente la partnership tra Poste e Anima Holding

7 Marzo 2018, di Alessandro Chiatto

Poste Italiane e ANIMA Holding, nonché Poste Vita, BancoPosta Fondi e Anima SGR, hanno sottoscritto gli accordi attuativi per il rafforzamento della partnership nel risparmio gestito, come annunciato già il 21 dicembre 2017.

Si prevede che l’operazione, che comprende,  tra l’altro, la scissione parziale in favore di Anima SGR delle attività di gestione di attivi sottostanti a prodotti assicurativi di Ramo I per oltre 70 miliardi di euro di cui è titolare Bancoposta Fondi SGR, nonché un’estensione della partnership già in essere per una durata di 15 anni dal closing dell’operazione, la quale sarà completata nel secondo semestre di quest’anno dopo l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle autorità di vigilanza competenti.

Poste Italiane controlla il 10,04% del capitale sociale della società guidatata dall’amministratore delegato Marco Carreri. Anima gestisce invece masse pari a circa 95 miliardi di euro, conseguenza anche dell’acquisto di Aletti Gestielle da parte di Banco BPM. L’operazione in dicembre ha portato in dote una ventina di miliardi di euro.

Ne consegue che negli ultimi mesi il patrimonio gestito di Anima è più che raddoppiato raggiungendo i 165 miliardi di euro. Il gruppo si conferma in quarta posizione nella classifica di Assogestioni per numero di masse, ma ora tallona Amundi, che si trova al terzo posto con 205 miliardi, effetto dell’acquisizione di Pioneer a luglio.