Risparmiare anche in vacanza? Sì con questi piccoli accorgimenti

8 Luglio 2021, di Alessandra Caparello

Anche in vacanza si può pensare al proprio portafoglio e risparmiare. Come? A dare qualche semplice idea e trucchetto è Gianluca Sidoti, consulente finanziario indipendente e CEO di The Wealth Company International.

I trucchi per risparmiare in vacanza

Niente cambio di denaro, nè prima della partenza, nè dopo, nè negli aeroporti considerate le commissioni elevatissime. Il suggerimento è quello di utilizzare il più possibile i pagamenti con carta,  quando si è all’estero e prelevare direttamente all’arrivo nella destinazione il denaro contante “di sicurezza”, giusto nel caso in cui qualche esercente non ci accetti la carta.

Attenersi al budget: Si può fare un piano di spesa organizzando i vari spostamenti in vacanza in anticipo, prima di partire, almeno in linea di massima. Per evitare di spendere più del dovuto si possono usare le carte prepagate, da ricaricare all’occorrenza e con una cifra precisa.

Stipulare un’assicurazione: anche quando ci godiamo le meritate ferie, è preferibile essere assicurati e confrontare i costi e i massimali previsti dalle varie polizze per capire cosa è conveniente fare.

Rimborso tasse: quando si viaggia all’estero è possibile, nella stragrande maggioranza dei casi, farsi rimborsare l’IVA. E’ il sistema del Tax Free Shopping, una modalità di acquisto che consente ai viaggiatori di recuperare, passando attraverso la dogana, l’IVA pagata sugli acquisti effettuati nel Paese visitato. Dei 130 Stati al mondo che applicano l’IVA, una cinquantina permettono il rimborso tra cui Australia, Argentina, Corea, Islanda, Libano, Liechtenstein, Norvegia, Singapore, Sudafrica, Svizzera, Thailandia, Turchia e Giordania.

Ultimo consiglio è di prevenzione: è bene pianificare oggi il budget per le ferie del prossimo anno.

Se difatti in molti credono di non riuscire a permettersi qualche giorno di relax fuori, il segreto è pianificare tutto per tempo. Innanzitutto si stabilisce un budget per le vacanze della famiglia. Quel budget va poi suddiviso in una cifra da mettere da parte ogni mese, ogni settimana, fino ad arrivare a ogni giorno.

Più è periodico l’accantonamento, meglio è: ad esempio, mettere da parte 200€ al mese potrebbe essere complicato per chi ha difficoltà ad arrivare alla fine del mese, ma se ogni giorno si riesce ad accantonare 5 euro ci avviciniamo sempre di più alla fatidica cifra.