Assicurazione viaggio, cosa sapere prima di sottoscriverla

19 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Come per altre occasioni della vita quotidiana, anche quando si viaggia è meglio sentirsi sicuri. A questa necessità rispondono le diverse tipologie di assicurazione viaggio, che ci mettono al riparo da inconvenienti quando siamo lontani da casa.

L’assicurazione viaggio rappresenta sicuramente un ulteriore costo da aggiungere a quello della vacanza, ma rappresenta una sicurezza in più, soprattutto quando ci si reca all’estero. Le situazioni nelle quali potremmo pentirci di non aver sottoscritto un’assicurazione viaggio sono molte. Pensiamo, per esempio, al disagio di un infortunio o malattia mentre siamo fuori casa, così come lo smarrimento dei bagagli o il costo di una degenza in un ospedale straniero. In tutti questi casi risponde la nostra polizza assicurativa, facendosi carico delle spese.

Quali sono i prezzi medi di una polizza? Dipende, prima di tutto, da quanto vogliamo assicurarci e soprattutto da quanto vogliamo spendere. In linea di massima possiamo dire che il prezzo medio di una polizza viaggio può variare da un minimo di 100-130 euro fino ad un massimo di 500 euro. Tutto dipende da quali garanzie vogliamo ottenere e dalla destinazione del nostro viaggio.

Va da sé che un viaggio in un Paese a rischio sanitario, includerà preferibilmente una garanzia a copertura di eventuali malattie, ricoveri e degenza in un ospedale. I costi delle polizze variano anche da Stato a Stato. Negli Usa, per esempio, i costi della sanità sono molto alti, di conseguenza lo sarà anche assicurarsi.

La polizza assicurativa è composta da massimali e da franchigie, garanzie di base e da altre accessorie che vengono scelte in base alla destinazione e durata del viaggio. Se vogliamo assicurarci ma limitare il costo della polizza, possiamo scegliere di attivare solo determinate garanzie, come la clausola smarrimento/furto bagagli solo se viaggiamo in aereo, quella sanitaria solo se ci rechiamo in un luogo a rischio sanitario, ecc.

Prima di sottoscrivere una polizza assicurazione viaggio, si consiglia di valutare l’offerta di più compagnie, verificare le coperture e quali servizi sono inclusi nel costo. Meglio scegliere compagnie conosciute, che operano a livello internazionale.

Alcuni tour operator propongono delle polizze viaggio incluse nel pacchetto vacanza. In questo caso è meglio controllare se il costo della polizza è già conteggiato nel costo della vacanza, in questo caso è un servizio in più. Se invece la polizza viaggio viene proposta a parte, il consumatore non è obbligato a sottoscriverla. Nel caso decidesse di sottoscriverla, meglio controllare attentamente le copertura e verificare che siano presenti le garanzie in caso di controversie con il tour operator stesso.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Super Money – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Super Money. All rights reserved