RISERVATO
AGLI ISTITUZIONALI: RIFLETTORI
SULLA LIRA TURCA

23 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – E’ stata una delle emissioni più interessanti del primo trimestre e anche se il sottostante non è di quelli a cui si pensa quando si devono investire i risparmi di famiglia, il rendimento prospettato da questa nuova emissione di un certificato di investimento, giustifica anche l’assunzione di qualche rischio.

Il prodotto, realizzato da Abn Amro,si fa apprezzare per le molteplici opportunità di guadagno offerte sin dal primo anno e quindi merita attenzione. La struttura costruita per puntare sull’apprezzamento della divisa turca nei confronti dell’euro, è un Autocallable Twin Win: il certificato , emesso ad un prezzo nominale di 100 euro, investe sul tasso di cambio EUR/TRY, ossia sul controvalore di 1 euro espresso in Lire Turche.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

La prima opzione offerta consiste in una finestra di uscita,prevista ad un anno esatto dall’emissione:oltre al rimborso del capitale verrà pagata una cedola del 25% se la Lira Turca sarà riuscita ad apprezzarsi rispetto al livello iniziale,fissato a 1,8455 (sarà quindi sufficiente una rilevazione a 1,8454 per determinare il rimborso).

In caso contrario si procederà fino alla scadenza, prevista per il 23 marzo 2009 e a quel punto si osserverà il comportamento del tasso di cambio nel corso dei due anni: se non si sarà mai verificato l’evento barriera, ossia un deprezzamento della Lira Turca del 70% dal valore iniziale (livello posto a 3,1374) verrà rimborsato il capitale iniziale maggiorato del 100% del deprezzamento della Lira Turca rispetto all’Euro (un livello di 2,40, pari ad una variazione negativa del 30% produrrebbe un rimborso di 130 euro) e il 150% dell’apprezzamento della divisa turca rispetto all’Euro (un livello di 1,107, pari ad una variazione positiva del 40% darebbe un rendimento del 60%). Solamente un evento barriera farebbe perdere al certificato l’opzione Twin Win causando così una perdita in conto capitale nella misura della perdita del sottostante.

Riassumendo possiamo dunque affermare che è sufficiente che il tasso di cambio resti sempre al di sotto della barriera (ovvero che non si deprezzi mai più del 70%) per determinare a scadenza un rimborso positivo.Viceversa,anche un solo giorno passato dal sottostante al di sopra della barriera,porterà il certificato a muoversi come un Reflex Short,e quindi a produrre una perdita se il tasso di cambio non sarà riuscito a tornare al di sotto dello strike iniziale.

Uno sguardo al passato può aiutare a comprendere la volatilità del tasso di cambio EUR/TRY e quindi il rischio che possa essere toccata la barriera: l’escursione massima dalla nascita della nuova Lira è stata del 42%, e si è verificata nell’arco di pochi mesi tra gennaio e luglio del 2006. Questo Autocallable Twin Win si presenta agli investitori come un’interessante opportunità di diversificazione e di massimizzazione dei rendimenti: l’alta cedola corrisposta al termine del primo anno in caso di evento Call è giustificata dall’alto tasso di rendimento offerto dal Turkish Interbank Rate Lira Overnight,attualmente al 17,5%.

Va chiaramente interpretato come investimento a rischio,essendo la valuta di per sé soggetta a brusche variazioni:resta tuttavia notevole il margine di tranquillità offerto dalla barriera, distante al momento dell’emissione di un più che discreto 70%. La quotazione in Lussemburgo non rende agevole la trattazione del certificato, ma attraverso il canale bancario tradizionale è consentito vendere o acquistare in qualsiasi momento.

Proponiamo un link utile per seguire l’andamento della valuta turca contro l’euro.

Per maggiori informazioni e dettagli vi invitiamo a visitare il sito www.certificatiederivati.it, il primo sito italiano specializzato in certificati di investimento.

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved