Rischio Brexit più vicino, mentre Fitch gela ambizioni di Osborne

27 Novembre 2015, di Mariangela Tessa

NEW YOEK (WSI) – Britannici sempre più convinti che l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea, la cosiddetta Brexit, sia la scelta migliore per il futuro del paese. E’ quanto emerge dall’ultimo sondaggio condotto da ORB per l’Independent, secondo cui l’aumento dei sostenitori della Brexit sarebbe stato causato dai recenti attentati di Parigi .

In base all’ultimo sondaggio, infatti, oltre il 50% dei britannici sembrerebbe favorevole a dire addio all’Ue. E’ la prima volta che nei sondaggi mensili si registra una netta predominanza in tale senso.  Secondo il sondaggio sarebbero per la precisione il 52% i britannici favorevoli alla Brexit, mentre il 48% sarebbe contrario.

Intanto oggi, sul fronte del contenimento del debito pubblico, oggi l’agenzia di rating internazionale Fitch ha lanciato un allarme sull’economia d’oltremanica, specificando che il programma del governo teso a raggiungere il surplus di bilancio entro il 2019-2020 rischia di fallire, causa una crescita economica che stenta a riprendersi.

In base alle indicazioni dell’agenzia di rating Fitch, che si aggiunge al coro di altri esperti che la pensano allo stesso modo, il Ministro del Tesoro britannico George Osborne avrebbe spazi limitati di manovra in caso di rallentamento dell’economia.

Questo perche’ – secondo quanto ha fatto sapere l’agenzia – Osborne avrebbe intanto già deciso di accantonare alcuni fondi per garantire le spese sul fronte di sicurezza. E questo significa che, se l’economia farà peggio di quanto atteso, dovrà imporre o maggiore austerity o sarà costretto a rinviare l’obiettivo dell’avanzo di bilancio. Nella nota Fitch avverte:

“La riduzione del debito è sempre più sostenuta dalla crescita e dai trend relativi alle entrate, che potrebbero subire una inversione di rotta (per esempio, se la crescita dovesse rallentare o le previsioni sulle entrate essere riviste al ribasso)”.