REGIONALI: ARRIVA LA DIFFIDA DEL PD CONTRO RIAMMISSIONE LISTA PDL

8 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Mentre non si placa il botta e risposta tra gli esponenti del Pd e del Pdl, un atto di significazione e’ stato depositato al Tar dall’avvocato Gianluigi Pellegrino, contro la riammissione della lista provinciale del Pdl alle regionali del Lazio.

E’ lo stesso avvocato a spiegare che “la lista del Pdl non puo’ essere riammessa in base al decreto del governo e che questo non agisce sulla legge elettorale della Regione Lazio, ma solo sulle Regioni che non si sono dotate fino ad oggi di una legge elettorale specifica”.

Nel frattempo, il ministro della Difesa Ignazio La Russa afferma che “quando si placheranno il falso scandalismo della sinistra e si capira’ che il decreto interpretativo non ha modificato di una sola virgola la legge in vigore, ma ha reso impossibile che venisse interpretata in maniera malevola, arbitraria e ingiusta; a questo punto il consenso per il Popolo della Liberta’ sara’ piu’ alto di prima”.

E così il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone: “Ormai le cose sono chiare: finche’ speravano di vincere a tavolino, erano sereni; ora che sono costretti ad una gara normale, vogliono buttarla in caciara tra ulteriori ricorsi, insulti al Quirinale, e minacce di altre grane giudiziarie postelettorali. Se sono davvero democratici, dovrebbero rispettare gli elettori, e non cercare – come hanno fatto fino alla fine – di impedire e vanificare il diritto di voto di milioni di italiani”.