Referendum, Renzi: ci giochiamo tutto

30 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

FIRENZE (WSI) – “La vittoria al referendum non è scontata. Non si può dormire sugli allori”. Il premier Matteo Renzi in un certo senso ammette che la partita del referendum sarà cruciale per la tenuta in vita del suo governo, ammettendo anche di aver fatto errori “personalizzando” troppo la campagna elettorale.

“Mi è toccato fare dei passi indietro che un po’ mi costano. Bisogna impegnarsi sulla partita cruciale, c’è un lavoro straordinario da fare e non ci fermeremo finchè non ce l’avremo fatta, ci giochiamo tutto. Con il sorriso perché fuori c’è un fiume di rabbia ed io non voglio odiare il mio avversario (…) Avverto la responsabilità del momento, non è una cosa che riguarda me ma questo referendum rischia di far fare un passo indietro pazzesco all’Italia, ricordatevi come eravamo messi tre anni fa: Parlamento bloccato sulla legge elettorale, non un passo sulla giustizia dal governo di larghe intese, Napolitano pregato di restare al Quirinale, l’Italia considerata insieme alla Grecia il malato d’Europa. Non so fino a quando toccherà a noi, ma finchè toccherà a noi, noi siamo per il cambiamento, la palude la prendano altri”.

Il premier poi tenta di incitare i suoi a darsi da fare nella campagna elettorale.

“Trovo tra di noi un clima tranquillo, tanto ci si fa… Non va bene, non è detto. Ci si fa se ciascuno fa scattare dentro di sè il meccanismo che la riforma è decisiva per noi e per i nostri nipoti (…) una sfida difficilissima perchè non ho mai visto tanta mistificazione tutta insieme, tante falsità e bisogna attrezzarsi un po’ meglio di quanto abbiamo fatto fino ad oggi. C’è un attacco forte contro di noi perché ce l’hanno tutti con noi?: Perché gli stiamo levando il giochino, stiamo togliendo a una generazione che per anni ha fatto inciuci e accordi e bicamerali il giochino”.

Infine un attacco all’opposizione, Movimento Cinque Stelle in testa.

“Si rende conto che dopo averci fatto la morale non riesce a trovare neanche un assessore al bilancio: volevano mettere a posto il debito e l’unico risparmio che hanno trovato è quello dello stipendio dell’assessore al bilancio“.

Epic Seven Shytone generator