Redditi: chi sono gli italiani che dichiarano di più

28 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Il reddito medio dichiarato dagli italiani ammonta a 21.800 euro, secondo gli ultimi dati forniti dal ministero dell’Economia relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2019. Il dato è in crescita dello 0,6% rispetto all’anno precedente.  Questo incremento è dovuto all’aumento dei redditi da pensione, lavoro dipendente e lavoro autonomo.  Complessivamente il reddito totale dichiarato ammonta a oltre 884 miliardi di euro (+4,5 miliardi rispetto all’anno precedente, +0,5%).  Il 2019 ha visto un lieve aumento del totale dei contribuenti: salito di oltre 153.000 soggetti (+0,4%) rispetto all’anno precedente.

Redditi: chi dichiara di più in Italia

Ma chi sono gli italiani che dichiarano di più al fisco? I redditi da lavoro dipendente e da pensione rappresentano circa l’83% del reddito dichiarato, nello specifico, il reddito da pensione rappresenta il 30% del totale.

Il reddito medio più elevato è quello da lavoro autonomo, pari a 57.970 euro, mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori (titolari di ditte individuali) è pari a 22.373 euro.

Il reddito medio dichiarato dai lavoratori dipendenti è pari a 21.060 euro (+1,1% rispetto all’anno precedente) mentre quello dei pensionati ammonta a 18.290 euro (+2,4% rispetto all’ann0 precedente).

Infine, il reddito medio da partecipazione in società di persone ed assimilate risulta di 18.270 euro. Si ricorda che la quasi totalità dei redditi da capitale è soggetta a tassazione sostitutiva e non rientra pertanto nell’Irpef.

Dal ministero dell’Economia fanno però presente che  per “imprenditori” nelle dichiarazioni Irpef si intendono i titolari di ditte individuali, escludendo pertanto chi esercita attività economica in forma societaria; inoltre la definizione di imprenditore non può essere assunta come sinonimo di “datore di lavoro” in quanto la gran parte delle ditte individuali non ha personale alle proprie dipendenze. Sarebbe pertanto improprio utilizzare appena citati per confrontare i redditi degli “imprenditori” con quelli dei “propri dipendenti”.

Lombardia in testa, Calabria in coda

L’analisi territoriale conferma che la regione con reddito medio complessivo più elevato è la Lombardia (25.780 euro), seguita dalla Provincia Autonoma di Bolzano (24.970 euro), mentre la Calabria presenta il reddito medio più basso (15.600 euro). Anche nel 2019, quindi, rimane cospicua la distanza tra il reddito medio delle regioni centro-settentrionali e quello delle regioni meridionali.

Quanto si paga di Irpef

Ammonta a 5.300 euro l’IRPEF medio pagato dagli italiani nel 2019 nella nota, da cui emerge che l’imposta viene dichiarata da circa 31,2 milioni di soggetti, pari a circa il 75% del totale dei contribuenti.
La maggior parte delle entrate arrivano da coloro che hanno un reddito compreso tra i 15.000 e 70.000 euro.

I soggetti che di fatto non versano l’Irpef salgono a circa 12,8 milioni. Si tratta prevalentemente di contribuenti con livelli reddituali compresi nelle soglie di esenzione, ovvero di coloro la cui imposta lorda si azzera per effetto delle detrazioni riconosciute dal nostro ordinamento. Inoltre, considerando i soggetti la cui imposta netta è interamente compensata dal bonus “80 euro”.