QUASI UN TERZO DI ACQUISTI MANCATI SULL’INTERNET

8 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Secondo uno studio del gruppo di ricerca Boston Consulting Group, il 28% degli acquisti sull’Internet non viene portato a compimento.

La ragione dei mancati acquisti sembra da attribuirsi alla lentezza dei collegamenti, a problemi tecnici e alla non disponibilita’ dei prodotti richiesti.

Quattro clienti su cinque hanno avuto almeno un problema online durante lo scorso anno.

Quel che e’ peggio, sottolinea lo studio, e’ che il mancato compimento dell’acquisto online da parte di un cliente novizio, rischia di allontanare lo sfortunato acquirente per sempre.

“Quello dei consumatori su Internet”, sottolinea Boston Consulting Group, “non e’ un gruppo che perdona, forse perche’ gli acquisti online sono ancora un fenomeno cosi’ nuovo per molti, che sono soggetti a continuo scrutinio”.

Circa meta’ di chi ha avuto una prima esperienza positiva con lo shopping online, e’ infatti ora convertito a questo sistema di acquisti, contro il 17% di chi ha avuto problemi con la prima compera.

Lo studio e’ stato condotto tra 11 mila utenti dell’Internet e 12 gruppi di consumatori in quattro citta’ diverse.

E’ risultato che i ‘pionieri’ dell’Internet, coloro cioe’ che sono online da piu’ di tre anni, costituiscono il 29% della popolazione; i ‘primi seguaci’, che navigano da uno a tre anni, sono circa il 50%, mentre i ‘novizi’ che sono collegati da quest’anno raggiungono il 22%.

Questi ultimi due gruppi sono costituiti in numero crescente da donne, da persone mature e da consumatori meno istruiti e meno affluenti di quelli che hanno formato il gruppo dei ‘pionieri”.

Chi e’ online da piu’ di tre anni acquista mediamente prodotti per 800 dollari l’anno durante 15 transazioni, mentre chi si e’ avvicinato da poco all’Internet porta a compimento 7 acquisti, spendendo 260 dollari.

Il 40% dello shopping online e’ esclusiva di un ridottissimo gruppo di consumatori, che costituiscono il 5% della popolazione, ma che negli ultimi 12 mesi ha mediamente concluso 59 transazioni e speso 2210 dollari.