Quando la felicità è più importante del Pil

20 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Cosa succede mettendo in discussione l’ipotesi di razionalità assoluta dell’individuo tipica del pensiero economico ortodosso? Di tutto!

Lo racconta l’economista Luciano Canova – docente alla Scuola Enrico Mattei e divulgatore – in un corso online di Economia della felicità disponibile gratuitamente da oggi su Oilproject.org, una delle più importanti video-scuole online italiane.

Filmati, testi ed esercizi e non solo sul FIL, il Pil della felicita’. Un percorso lungo ma non complesso, alla portata di tutti che, partendo da Adam Smith fino ai giorni nostri, ripercorre i passaggi chiave della storia del pensiero economico alla luce delle recenti conquiste dell’Economia Sperimentale.

Per “spostare l’attenzione dal PIL alla felicità mantenendo però un approccio rigoroso e quantitativo”. Questo lo slogan del corso. Obiettivo quello di spiegare i limiti cognitivi del cervello umano per capire come migliorare le scelte economiche. Questi i principali obiettivi del corso”, spiega Canova.

Guardando avanti, il sogno del team sul futuro dell’educazione è ambizioso: entro dieci anni tutte le lezioni tenute nelle scuole e nelle università pubbliche verranno condivise online a beneficio, ad esempio, di chi vive in zone con una scarsa offerta didattica, combattendo così il digital divide culturale italiano. La qualità delle lezioni è giudicata dal pubblico attraverso votazioni e meccanismi di valutazione fra pari.