Pubblicità digitale, arriva in Italia il primo “indice di qualità”

di Redazione Wall Street Italia
31 Maggio 2019 07:06

IAB Italia annuncia il rilascio della prima rilevazione dello IAB Quality Index, il primo “indice di qualità” nel mercato della pubblicità digitale che ha lo scopo di misurare e certificare la qualità dei bacini pubblicitari online.

È il risultato di un progetto ambizioso, fortemente voluto da IAB Italia al fine di sostenere i valori di qualità e trasparenza della rete, anche in relazione ai criteri di scelta delle pianificazioni pubblicitarie.

L’indice offre ai publisher un parametro completo per valorizzare la propria offerta e agli investitori un criterio di scelta oggettivo dei bacini pubblicitari, per accertarsi che i propri investimenti siano associati a contesti di elevata qualità e per disporre di informazioni più precise e oggettive sulla pianificazione delle loro campagne.

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver ricevuto l’adesione dei principali publisher italiani, che si sono resi disponibili a essere misurati e certificati secondo i criteri del nostro Quality Index”, ha commentato Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia.

“Condé Nast, Hearst, Il Sole 24Ore, lastminute.com, Manzoni, Mediamond, RCS, Sky, Triboo [che controlla Wall Street Italia tramite l’editore Brown Editore, Ndr.] e WebAds sono i primi ad aver risposto alla nostra chiamata, a dimostrazione di un’editoria italiana online che ha il coraggio di mettersi in discussione per migliorare ed elevare il livello di qualità offerto ai propri inserzionisti”.