PREZZI ALLA PRODUZIONE IN RIALZO +0.3%

17 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di ottobre l’indice dei prezzi alla produzione (PPI) ha registrato negli Stati Uniti un progresso dello 0.3%, un dato superiore al mese precedente in cui l’indicatore aveva registrato un calo dello 0.6% e che sottolinea come l’inflazione non sara’ il principale problema con cui la Federal Reserve dovra’ fare i conti.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Lavoro Usa.

Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Il dato risulta pero’ inferiore alle attese degli analisti che erano per una variazione positiva dell’indicatore dello 0.5%. Su base tendenziale i prezzi sono in flessione dell’1.9%, un dato che si confronta con il -1.8% delle previsioni.

Escluse le componenti piu’ volatili, quali cibo ed energia, il dato (“core” PPI) ha invece riportato una variazione negativa dello 0.6%, attestandosi ad un livello inferiore alle attese, che erano in media per un valore di +0.1%. I prezzi “core” sono in rialzo +0.7% nell’ultimo anno.