PRADA LANCIA OPA SU AZIONI PRIV. JIL SANDER

2 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Archiviata per ora l’avventura velica con un successo (la Louis Vuitton Cup) e una sconfitta (la sua barca, Luna Rossa, non è riuscita a strappare l’America’s Cup ai neozelandesi di Black Magic), il Gruppo Prada torna a guardare alla moda e punta su Jil Sander.

Attraverso la sua controllata Palladio Gmbh e in osservanza delle regole del Take Over Code tedesco, Prada lancerà un’offerta pubblica per l’acquisto delle azioni privilegiate della Jil Sander, quotata alle Borse di Amburgo, Francoforte e Berlino. Il prezzo sarà di 320 euro per azione (con un euro che vale 1936,27 lire), cioè il 35% in più della media del valore dell’azione negli ultimi tre mesi.

Prada è già socio di maggioranza della Jil Sander; con questa operazione mira tra l’altro ad avere un maggior controllo della distribuzione e del retail, anche attraverso il riacquisto di attività precedentemente date in licenza a terzi e l’apertura di nuovi negozi. Saranno ovviamente necessari grossi investimenti e altrettanto ingenti risorse finanziarie.

Il Gruppo Jil Sander si appresta a chiudere il bilancio ’99 con vendite in crescita del 4,2% rispetto al ’98. Si stima una redditività in linea con l’anno precedente; per il dividendo si fa sapere che verrà seguita una politica di distribuzione degli utili coerente con quella attuata l’anno scorso.