Powerwall 2: Tesla aumenta capacità stoccaggio energia fino al 50%

23 Aprile 2021, di Mariangela Tessa

Novità in casa Tesla. Elon Musk, fondatore e numero uno della casa californiana, ha annunciato il primo aggiornamento significativo del sistema di stoccaggio Powerwall2, uno dei progetti di maggior successo del gruppo. Si tratta, in estrema sintesi, di un’enorme batteria ricaricabile che accumula l’energia generata dai pannelli fotovoltaici quando c’è una produzione in eccesso per renderla utilizzabile, poi, quando la produzione è più bassa.

Sbarcato sul mercato nel 2016, Powerwall 2 non subito solo lievi trasformazioni. Fino a qualche giorno fa quando il gruppo californiano ha comunicato un aumento della capacità di alimentazione fino al 50% in alcune temperature.

Dal suo debutto, Powerwall ha ridotto leggermente la capacità energetica a 13,5 kWh e il peso, passato da 122 kg (269 a 114 kg. La cosa principale che è cambiata con la batteria domestica è il suo prezzo, che è stato aumentato più volte poiché Tesla non riusciva a tenere il passo con la domanda.

A certificare il successo della proposta c’è anche una dichiarazione ufficiale di Tesla, che lo scorso anno celebrava l’installazione del PowerWall numero 100mila.

PowerWall 2, cambiano le regole per l’acquisto

Bisognerà capire se il ritmo di crescita sarà confermato quest’anno, dopo che qualche giorno l’azienda ha legato, almeno negli Stati Uniti, la commercializzazione della batteria all’installazione del proprio impianto di pannelli fotovoltaici, presumibilmente anche con le tegole Solar Roof.

Il sito americano di Tesla è già stato aggiornato con la novità, e reindirizza in maniera automatica l’utente che vuole acquistare PowerWall alla pagina del configuratore del fotovoltaico. Non è tuttavia chiaro se si tratta di una soluzione temporanea, causata  dalle difficoltà di produzione di PowerWall, o una soluzione definitiva.

Tesla, analisti vedono prezzo a mille dollari

Proprio i vantaggi accumulati negli ultimi anni da Tesla nella tecnologia di accumulo di energia e nelle batterie sono visti dagli analisti come benzina per il titolo.

Pochi giorni fa, Per Jed Dorsheimer, analista di Canaccord Genuity, ha detto che le quotazioni supereranno la soglia di $ 1.000 entro un anno. Dorsheimer ha così aggiornato il suo rating su Tesla, portandolo a buy (comprare) da hold (tenere) e ha più che raddoppiato il suo obiettivo di prezzo sul titolo a $ 1.071, da un precedente obiettivo di $ 419. Si tratta di uno degli obiettivi di prezzo più alti di Wall Street.

Ma l’esperto di Canaccord non è il solo a scommettere su un balzo sopra mille dollari. Pareri analoghi arrivano da Oppenheimer, Piper Sandler e Wedbush, Secondo FactSet, l’obiettivo medio di prezzo di Tesla a Wall Street si aggira intorno a 695 dollari.