PORTAFOGLIO: BOND CORPORATE, SOVRAPPESARE

5 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia
*Questo documento e’ stato preparato da Legg Mason ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

(WSI) – Western Asset Management, società del gruppo Legg Mason, ritiene che le condizioni del credito continueranno a migliorare nei prossimi mesi, sebbene ad un passo più lento.

Un costante miglioramento delle condizioni economiche ha sostenuto i settori più a rischio del mercato obbligazionario mondiale negli ultimi mesi. I corporate bond ad alto rendimento e quelli investment grade hanno generato rendimenti positivi nelle regioni più importanti. Anche i mercati dei bond governativi sono migliorati, dato che gli investitori sono diventati meno preoccupati sull’inflazione.

Western Asset Management ha confermato l’opinione che l’immissione di liquidità da parte delle principali banche centrali sarebbe stata sufficiente a spezzare il ciclo tra la mancanza di credito disponibile per il settore privato e il deteriorarsi delle condizioni economiche.

Mike Zelouf, Director of International Business presso Western Asset Management, spiega: “La crisi finanziaria ha visto i mercati prezzare in uno scenario altamente pessimista relativamente ai default che poi non si sono materializzati. Negli ultimi 12 mesi un’esposizione a settori di bond non governativi, in particolare le emissioni finanziarie investment grade e i corporate bond ad alto rendimento, si è rivelata una strategia vincente”.

“I mercati del credito hanno avuto un rally improvviso dall’inizio dell’anno e crediamo che gran parte della ripresa prevista in questi mercati si sia già verificata. Tuttavia, i mercati del credito continueranno a rafforzarsi, sebbene ad un passo più lento, dato che la liquidità che è stata messa da parte durante la crisi sta tornando ai mercati finanziari”.

“Continuiamo a sovrappesare il settore corporate e stiamo migliorando selettivamente i rating e la struttura di capitale all’interno della nostra allocazione al settore finanziario. Le stime continuano a implicare livelli più elevati di default rispetto a quelli che crediamo si materializzeranno”.

Copyright © Legg Mason per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved