PODEROSO RIALZO PER LE BORSE AMERICANE

di Redazione Wall Street Italia
21 Novembre 2002 22:00

Ennesima seduta all’insegna dell’euforia per Wall Street. Gli indici americani sono cresciuti per tutto il corso delle contrattazioni, sulla scia di un cocktail di notizie positive provenienti dal fronte macroeconomico e societario.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.467,56 (+3,40%);
Il Dow Jones a 8.845,15 (+2,58%);
L’S&P 500 a 933,76 (+2,15%);

Il Nasdaq incamera per la seconda seduta consecutiva un guadagno superiore al 3%. Il listino hi-tech ha testato il livello piu’ alto dalla chiusura del 19 giugno, quando si posiziono’ a quota 1.496,83.

Il listino delle blue chip supera quota 8.800, attestandosi al livello piu’ alto dalla chiusura del 26 agosto.

Sul Nyse e’ rimasto attivo fino alla fine il blocco degli ordini automatici di acquisto , una misura per evitare gli eccessi di rialzo. Il blocco e’ scattato dopo neanche due ore dall’inizio della seduta.

Importante segnalare il rialzo dei volumi di scambio , iniziato gia’ nelle contrattazioni di mercoledi’. Nel frattempo l’indicatore implicito della volatilita’, il CBOE Market Volatility Index (VIX), continua a viaggiare sotto quota $30. Nella seduta di mercoledi’ era stata la rottura di tale supporto a innescare gli acquisti.

TEMI DELLA SEDUTA

  • Protagonista della seduta e’ stato il colosso informatico Hewlett Packard (HPQ – Nyse), che ha innescato gli acquisti, sulla scia della comunicazione degli utili avvenuta dopo la fine della seduta di mercoledi’. Il gruppo e’ stato premiato con un “buy” dalla societa’ di ricerca Buckingham Research.
  • Ad alimentare gli acquisti sui listini e’ stato poi il calo dei (sussidi di disoccupazione settimanali, che ha dipinto uno scenario piu’ confortante per il mercato del lavoro.
  • Il quadro macroeconomico e’ poi apparso migliore delle previsioni grazie alla comunicazione del Superindice di ottobre e del Philadelphia Fed di novembre.

    Non ha spaventato gli investitori la decisione di General Electric (GE – Nyse) di rivedere al ribasso le stime sugli utili del 2002, sulla scia di un onere di $1,4 miliardi. La conglomerata ha d’altronde indorato la pillola annunciando un aumento del dividendo trimestrale del 6%.

.

LA SITUAZIONE DEGLI INDICI

  • Dopo un inizio di settimana caratterizzato dal ritorno delle vendite, gli investitori hanno ritrovato l’ottimismo gia’ nella seduta di mercoledi’, che ha portato il Nasdaq a testare il livello piu’ alto dal 22 agosto scorso.
  • Il rally della seduta odierna ha interessato soprattutto il Philadelphia Semiconductor Index (SOX – Nyse), che si e’ attestato al livello piu’ alto degli ultimi tre mesi. Da segnalare che i chip hanno incamerato un progresso del 66% dalla chiusura del 9 ottobre.
  • Superata la resistenza in area 1460/1463, il listino high tech dovrebbe puntare verso una nuova resistenza a quota 1.475 punti, sebbene l’analisi tecnica abbia sottolineato che,a questi livelli, il Nasdaq e’ suscettibile di nuove correzioni. Per il listino un rischio di ritorno ai ribassi sarebbe rappresentato dallo sfondamento in prossimita’ dell’area 1425/1420.

TITOLI E SETTORI IN MOVIMENTO

hardware (GHA). A mettere le ali al comparto le indicazioni di HP. Bene anche la societa’ di servizi informatici
EDS (EDS – Nyse) che, secondo alcune voci di mercato, sarebbe vicina a concludere un accordo di outsorcing con la banca d’affari ABN Amro. Performance al rialzo anche per IBM (IBM – Nyse) e Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq).

semiconduttori (SOX). Forte e’ stata la crescita del comparto, che e’ riuscito a ignorare lo scetticismo sul recupero della spesa in conto capitale manifestato da Bank of America. Tra i titoli che si sono messi in luce per la loro buona performance, da segnalare Intel (INTC -Nasdaq ),
Applied Materials (AMAT -Nasdaq ), Kla-Tencor (KLAC -Nasdaq ), e Texas Instruments (TXN -Nyse ).

wireless (YLS). Il settore ha snobbato il ‘downgrade’ di RBC sul titolo di AT&T Wireless (AWE – Nyse). Lo stesso titolo ha messo a segno una buona performance. Tra gli altri titoli, bene Motorola (MOT – Nyse) e Nokia (NOK – Nyse).

finanziari (DJ_FIN). Le voci di mercato relative al pagamento di multe salate da parte delle quattro banche d’affari piu’ importanti di Wall Street sono state accolte positivamente dal settore. Ma nel comparto dei broker i licenziamenti sembrano non avere fine. Di oggi la notizia di un imminente taglio della forza lavoro da parte di Morgan Stanley (MWD – Nyse). Performance positiva per Cigna (CI – Nyse), nonostante il giudizio negativo di Moody’s.

difesa (DFX). In guadagno Boeing (BA – Nyse) che ha annunciato il licenziamento di 5.000 dipendenti. Accolto positivamente l’aggiornamento dei target sugli utili annunciato da Northrop (NOC – Nyse).

media (DJ_MDI) . In rialzo il settore, sulla scia delle notizie relative a Vivendi (V – Nyse), che hanno trainato al rialzo anche AOL Time Warner (AOL – Nyse)

farmaceutici (DRG). Il comparto e’ stato sotenuto dalle buone notizie relative al colosso Merck (MRK – Nyse).

networking (NWX). Il settore e’ stato contagiato dalle notizie su HP, registrando un guadagno superiore al 7%. Hanno guidato i rialzi Lucent (LU – Nyse) e Cisco (CSCO – Nasdaq), premiato da S&P.

oro (GOX). Il leggero ribasso il settore, in questa giornata di acquisti su quasi tutti gli altri comparti.

Per avere tutti i dettagli clicca su TITOLI CALDI , in INSIDER.