Piu’ creativi se brilli al lavoro

13 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Un consumo moderato di alcolici riduce leggermente la capacita’ di attenzione ma in compenso accentua la creativita’. E’ quanto emerge da uno studio dell’ University of Illinois di Chicago (UIC) pubblicato sul giornale Consciousness and Cognition.

Per dimostrarlo i ricercatori hanno condotto un esperimento in cui hanno fatto bere cocktail di vodka e succo di mirtilli rossi in quantita’ tali che ogni partecipante avesse un livello di alcool nel sangue pari a 0,07.

Alle prese con problemi matematici da risolvere, i ‘pazienti’ se la sono cavata abbastanza bene in media. Ma il risultato sorprendente e’ emerso dal test con le parole da associare. Il gruppo di inebriati dai fumi dell’alcool ha reso decisamente meglio del ‘gruppo di controllo’, composto da colleghi sobri.

L’assunzione di alcool potrebbe quindi non essere appropriata se si e’ confrontati con un problema di natura analitica, ma e’ una soluzione consigliata se si vuole incrementare la propria creativita’. Una buona scusa per chi volesse farsi qualche bicchierino in ufficio.