PIRELLI RE

21 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Alla fine ha prevalso la dura legge del Nav. Quello che veniva definito il «valore teorico» delle quote dei fondi Berenice e Tecla, alla prova dei fatti, tanto teorico non si è dimostrato. Prova ne sia che Pirelli Re, per reagire alla contro-Opa lanciata da Goldman Sachs in tandem con il gruppo Caltagirone, ha dovuto adeguare l’offerta iniziale, portandola esattamente al valore del Nav: 685 euro per Tecla e 678 per Berenice. Poiché i valori iniziali erano di 590 e 540 rispettivamente, ciò comporta un maggior esborso per Pirelli Re di circa 100 milioni. Questa offerta….

Per leggere il seguito di questo articolo, vai su Target News, in INSIDER. Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Copyright © Bloomberg – Finanza&Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved