Pioggia di dividendi a Piazza Affari, cedole per 3,4 miliardi

21 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Pioggia di dividendi oggi a Piazza Affari. Sono 69 le società quotate che staccheranno nella giornata odierna la cedola. Solo sul listino Ftse Mib, se ne contano 2o su 40 per un valore complessivo di circa 11,5 miliardi di euro.

Tra le big in evidenza Intesa Sanpaolo che distribuirà agli azionisti 3,45 miliardi di euro seguita da Eni e Generali. Le ripercussioni sull’andamento del principale indice della Borsa di Milano sono già state annunciate.

Secondo gli analisti l’impatto sarà di circa 530-531 punti, pari in percentuale al 2,5% del valore del Ftse Mib. L’indice delle blue chip ha chiuso a quota 21.090 la giornata di venerdì.

Quello di oggi sarà il secondo appuntamento di rilievo con i dividendi di Piazza Affari della primavera 2019, dopo la prima tranche del 23 aprile, e sarà poi seguito da quella del 24 giugno con PostePoste, Terna, Snam, Hera ed Exor.

L’elenco delle 21 società che distribuiranno lunedì è composta da A2a, Amplifon, Atlania, Azimut, Banca Generali, Bper, Buzzi Unicem (che remunererà anche le risparmio), Diasorin, Eni, Fca, Generali, Intesa Sanpaolo, Italgas, Leonardo, Moncler, Pirelli, Ferragamo, Tenaris, Ubi, Unipol e Unipolsai.

Complessivamente secondo le stime di Websim, il sito del broker Intermonte SIM, le società quotate a Piazza Affari distribuiranno 26 miliardi di cedole (3 miliardi in più rispetto al 2018).

Sos Trader

 

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 20 Maggio 201913:09

L’andamento dei future sui principali indici della Borsa Usa suggerisce che l’escalation della guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti è destinata a pesare ancora sul clima di mercato e sulle contrattazioni. I contratti sul Nasdaq registrato un calo dell’1,1%. I future sul Dow Jones cedono lo 0,4%, mentre quelli sull’indice allargato S&P 500 arretrano di mezzo punto percentuale.

Neil MacKinnon, global macro strategist presso la banca d’affari russa VTB Capital, dice al Guardian che la “recente escalation della disputa commerciale sin americana minaccia di peggiorare le prospettive per gli affari commerciali globali in un periodo di decrescita dei volumi di scambio e di pessimismo sulla ripresa dell’economia mondiale”. Questo secondo l’analista innervosisce i mercati azionari e aumenta il rischio di una correzione accentuata.

Daniele Chicca 20 Maggio 201913:36

Citando le trattative per la fusione con Commerzbank in fase di stallo e il futuro incerto del suo braccio di investment banking, gli analisti di UBS hanno declassato a Sell i titoli di Deutsche Bank. Le azioni della prima banca di Germania sono così scese ai minimi di sempre in area 6,642 euro (vedi grafico).

Il team di analisti capitanato da Daniele Brupbacher della banca svizzera ha deciso di abbassare il rating e anche il prezzo obiettivo a 5,70 dollari. È il secondo livello più basso tra i gruppi quotati a Wall Street e dopo i cali odierni quel valore non è poi così lontano dai prezzi attuali.

Daniele Chicca 21 Maggio 201917:44

Wall Street prosegue la mattina in terreno positivo con i tre principali indici di Borsa che guadagnano tra lo 0,7% e l’1,1%: Nasdaw index

Daniele Chicca 21 Maggio 201917:46

Sul Forex la sterlina ha ridotto le perdite dopo che Theresa May ha annunciato i suoi piani. L’idea della premier è quella di dare la possibilità, se il suo withdrawal agreement andrà in porto, di indire un secondo referendum sul tipo di Brexit che il popolo vuole. Con questa scelta la leader dei conservatori spera di attirare i voti di alcuni membri dell’opposizione.

Daniele Chicca 21 Maggio 201917:52

Il nuovo accordo è un po’ un surrogato dei precedenti e un testo con cui May, oltre ai Labouristi, spera di convincere i Tories dissidenti, i brexiteers della prima ora. Il new deal contiene obblighi legali futuri al governo perché ceda un maggiore controllo al Parlamento nel secondo round di negoziati con l’UE.

Sono presenti inoltre delle salvaguardie volte a ridurre le chance che scatti il backstop al confine irlandese, una misura per evitare un confine duro che però non piace ai falchi della Brexit e al partito nordirlandese alleato di May al governo.

L’opposizione da parte sua potrà avere la possibilità di votare a favore dell’opzione di mantenere il Regno Unito all’interno dell’unione doganale con l’Unione Europea. May ha anche offerto delle rassicurazioni perché vengano preservati i diritti dei lavoratori e perché vengano rispettati gli stand ambientali.

In tutto questo la leader dei conservatori e del governo non ha specificato quando e se si dimetterà.

Daniele Chicca 21 Maggio 201918:24

Piazza Affari recupera leggermente dopo le vendite di ieri penalizzata insieme dalla giornata di stacco cedola, con il Ftse Mib che segna un rialzo dello 0,77%. In calo DiaSorin, Azimut, Bper Banca, Prysmian e FCA. TIn controtendenza invece Astaldi, STM, Recordati, Eni, Enel, Exor, Terna e Telecom Italia.

Daniele Chicca 21 Maggio 201918:24

Sul fronte obbligazionario lo spread tra Btp e Bund decennali si attesta a 270 punti base, mentre il Btp decennale rende il 2,65%.