Piigs: nazionalizzazione in arrivo per altre banche irlandesi

30 Marzo 2011, di Redazione Wall Street Italia

Piigs sempre in primo piano. Oggi i riflettori sono tutti sulle banche irlandesi, in quanto si parla dell’ipotesi di nazionalizzazione di altre banche. Tra queste figurano i nomi di Bank of Ireland e Irish Life & Permanent. Mancano inoltre solo 24 ore alla pubblicazione dei primi risultati degli stress test.

Secondo le stime raccolte da Bloomberg da parte di 10 analisti, i risultati di domani diranno che le due banche irlandesi dovranno aumentare il capitale di €27,5 miliardi, somma che il governo dovrebbe estrapolare da un fondo apposito, qualora le banche stesse non riuscissero a raccogliere da sole il capitale necessario.

Gli scambi delle azioni di Irish Life sono stati interrotti fino all’1 aprile (dopo i risultati degli stress test), visto che il titolo ha perso il 45% nella giornata di ieri, chiudendo a 40 centesimi di euro per azione.

Calo anche per le azioni di Bank of Ireland che perdono il 7,69% alle 12:30 italiane. Niall O’Connor, analyst per Credit Suisse Group AG a Londra, crede che il governo prenderà una quota del 60% della banca (attualmente al 35%).

In passato era toccato ad altre quattro banche, Anglo Irish Bank, Allied Irish Banks, EBS Building Society e Irish Nationwide Building Society. Dopo aver registrato perdite record a causa dello scoppio della crisi immobiliare nel paese, il governo ha dovuto iniettare €46,3 miliardi nel settore negli ultimi due anni.