Piigs: la Bce accorre in aiuto dell’Irlanda

29 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Tassi di interesse: in area Euro tassi di mercato pressoché invariati ieri, in un contesto di rialzo delle borse europee. In aumento gli spread dei titoli dei paesi periferici vs Germania sul tratto decennale. Resta su livelli elevati lo spread dell’Irlanda dopo che un gruppo di creditori della Anglo Irish Bank ha dichiarato di non accettare lo swap sul debito proposto dalla banca.

Secondo Bloomberg, che cita tre trader anonimi, la Bce ieri avrebbe acquistato bond governativi irlandesi con scadenza compresa tra il 2011 e il 2020. Ieri i 27 capi di governo dell’UE hanno raggiunto un’intesa di massima su un nuovo meccanismo permanente teso a garantire la stabilità futura dell’area e sostituire l’attuale fondo salva-stati da 440Mld€. E’ stato dato mandato al presidente Van Rompuy ed alla Commissione europea per modificare giuridicamente il Trattato di Lisbona.

Il rapporto sarà presentato al vertice di Lisbona di dicembre e in tale occasione si conosceranno i dettagli di tale meccanismo, da implementare entro il 2013, sul quale non c’è ancora accordo sulle modalità di funzionamento. E’ invece stata per il momento abbandonata l’ipotesi sponsorizzata dall’asse franco-tedesco di sospensione del diritto di voto ai paesi che violino i principi fondamentali del trattato in termini di deficit di bilancio.

I leader dei paesi UE hanno infine dichiarato la necessità che i membri del G20 evitino tutte le forme di protezionismo sul fronte commerciale e manipolazioni delle proprie valute per ottenere benefici di breve periodo. Sul fronte macro oggi sono attesi i dati relativi all’inflazione italiana e dell’area di ottobre, oltre ai dati sul tasso di disoccupazione di settembre in Italia e nell’area Euro.

Negli Usa i tassi di mercato sono calati in un contesto di borse che hanno chiuso intorno la parità. Buona l’accoglienza degli investitori per l’asta del Treasury a 7 anni che ha ricevuto un bid-to-cover di 3,06, leggermente superiore all’asta precedente. A mercati chiusi Microsoft ha annunciato una trimestrale oltre le attese, registrando un utile per azione di 0.62$ vs consenso di mercato di 0,55$. Il mercato ha apprezzato, premiando il titolo in after-hour con un rialzo di oltre il 3%.

Sul fronte macro, la scorsa settimana le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione sono scese ai minimi da 3 mesi. Il totale delle persone che stanno ricevendo sussidi è calato ai minimi da 2 anni. Oggi è in programma l’atteso dato preliminare sulla crescita nel terzo trimestre. Il consenso di Bloomberg prevede un Pil t/t annualizzato al 2% con i consumi delle famiglie in rialzo del 2,5%. Successivamente sono attesi il Chicago Pmi e la fiducia dei consumatori calcolata dall’Università del Michigan, entrambi relativi ad ottobre.

Tasso di cambio dollaro/yen

Valute: ieri si è assistito ad una rinnovata debolezza del dollaro vs euro con il cross salito temporaneamente oltre soglia 1,39, complice la rinnovata domanda di asset rischiosi. Per oggi la resistenza si colloca presso area 1,40, mentre il supporto in area 1,37. Un supporto intermedio è collocato presso 1,3870.

Yen in apprezzamento verso dollaro durante la notte con il cross che si è riportato verso i minimi segnati a inizio settimana in area 80,50. I dati macro pubblicati oggi sembrano confermare il permanere della deflazione nel paese e contestualmente un rallentamento della produzione industriale, mentre migliora leggermente il mercato del lavoro. Verso dollaro l’area importante di supporto si colloca intorno ad 80, prima resistenza a quota 81. Verso euro il cross si è portato in prossimità del supporto a 111,6; un’eventuale rottura di tale livello potrebbe spingerlo fino ad area 110/110,80. Prima resistenza a 112,5.

Materie Prime: giornata positiva per le principali commodity favorite dal deprezzamento del dollaro. Tra gli energetici, forte rialzo per il gas naturale (+3,4%) grazie ad un aumento delle scorte settimanali inferiori delle attese. Il greggio Wti (+0,3%) rimane in prossimità degli 82 $/b. Misti i metalli industriali, in rialzo i preziosi con oro (+1,5%) ed argento (+2%). Misti gli agricoli. Secondo giorno consecutivo in calo per il cotone (-1,6%), mentre sale il grano (+2,2%) sulla speculazione che il clima secco possa danneggiare il raccolto in Kansas.

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.