Piazza Iside e il parcheggio selvaggio della Casta

7 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lo spazio, piazza Iside, è stato restaurato pochi anni fa e finalmente pedonalizzato. Ma non per le auto blu della casta che ci parcheggiano in modo selvaggio. Tutto questo a ridosso delle rovine storico-archeologiche del Tempio di Iside e Serapide.

Punto focale dei culti pagani nel 43 a.c..”C’è perfino un divieto di giocare a palla – dichiara Marco Veloccia, consigliere municipale del Pdl -, ma diplomatici e parlamentari sembrano fregarsene delle norme che vietano in modo assoluto sosta e parcheggio per auto e motoveicoli”.

Le sequenze fotografiche vengono pubblicate a più riprese dal sito internet

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da degradoesquilino.com.

“E’ incredibile – dice Massimiliano Tonelli, fondatore del sito – una perla storico-architettonica tra il Colosseo e il Colle Oppio, una piazzetta ‘sequestrata’ puntualmente dalle auto blu. Nel più completo – continua – menefreghismo istituzionale”. A pochi metri dalla piazza vi è un ristorante di lusso, meta gradita di politici e funzionari di ambasciata.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Il Fatto Quotidiano – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Il Fatto Quotidiano. All rights reserved