PIAZZA AFFARI, VENERDI’ DI REALIZZI. RAS E MPS SU

10 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso sui minimi, ben lontana dai valori dell’apertura e di metà giornata.

I comparti più penalizzati sono stati i telefonici, i principali bancari, Eni e soprattutto il risparmio gestito.

I segnali positivi che sembravano dover giungere da Wall Street si sono esauriti poco dopo l’apertura.

Il Mibtel è sceso a 22.520 punti (-1,2%)
Il Mib30 si è fermato a 30.792 punti (-1,42%).
Il Midex ha chiuso in ribasso dello 0,70% a 28.672 punti.

Il Numtel ha chiuso a 1.968 punti (-1,50%).

I peggiori titoli del Mib30 sono stati Fideuram e Mediolanum.

La controllata di San Paolo Imi ha chiuso il primo trimestre del 2002 con un utile netto consolidato a €51,9 milioni, in calo dell’11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Fideuram ha comunque confermato le stime per un 2002 in linea con quello 2001, a meno di un inaspettato deterioramento dell’andamento dei mercati finanziari.

Mediolanum è stata penalizzata dalla trimestrale comunicata ieri e dal calo dell’utile netto, legato all’impatto negativo che hanno avuto gli investimenti realizzati all’estero.

Anche il comparto delle telecomunicazioni ha chiuso in forte ribasso. Raffica di vendite su Tim, severamente penalizzata anche dalle banche d’affari e su Pirelli, che ha annunciato il prossimo collocamento di Pirelli Real Estate. In rosso anche Stmicroelectronics, con due settori, tech e tlc sui quali il pessimismo di investitori e analisti aumenta.

Bene gli assicurativi, con Ras e Alleanza in leggero rialzo e Generali vicina alla parità. Contrastati gli energetici, con Snam Rete Gas oggetto di ricoperture e Saipem penalizzato. In calo anche Eni.

Sul fronte delle società del settore si registrano i dati di Edison relativi al primo trimestre del 2002. L’ utile netto è stato di €420 milioni, a fronte di una perdita di €2 milioni nel primo trimestre del 2001. Il debito è stato ridotto a €7,62 miliardi contro i €7,98 miliardi dell’ultimo trimestre dello scorso anno.

Enel ha perso leggermente terreno nel giorno in cui ha annunciato la cessione del 49% di Immobiliare Rio Nuovo a Deutsche Bank €44,4 milioni da parte della controllata Enel Real Estate (già Sei)

Il fronte bancario ha chiuso debole, con Mps e Banca di Roma in due direzioni opposte.

Vedi anche RUMORS sul menu in cima alla pagina, nella sezione INSIDER.

In fibrillazione anche i titoli legati alle società di calcio, con Juve e Lazio mosse dalle dichiarazioni di Cragnotti e dall’attesa della finale di Coppa Italia.

Sul Nuovo Mercato chiusura in calo per Tiscali, poco sopra €8 e per Chl, che ha chiuso il primo trimestre con una perdita di €1,6 milioni, in miglioramento rispetto alla perdita di €3,4 milioni registrata nello stesso periodo del 2001.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.