PIAZZA AFFARI TIENE CON TLC, MEDIA E HIGH TECH

21 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

La Borsa di Milano, dopo un breve passaggio in negativo, si riporta sopra la parità a metà seduta. In queste ore di contrattazione sono stati pochi gli spunti con il mercato inchiodato in attesa di conoscere le decisioni Alan Greenspan sulla politica monetaria statunitense.

Le attese di una riduzione del costo del denaro di un quarto di punto sta aiutando la crescita dei tecnologici, dove brilla il Nuovo Mercato, ma anche dei telefonici italiani che vanno in controtendenza rispetto a quelli europei che stanno risentendo del nuovo calo di Deutsche Telekom. (Vedi anche Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi)

“Il mercato è in attesa delle decisioni della Fed – commenta Federico Schmid, responsabile della sala operativa di Bnp Paribas Sim – e il clima è sostanzialmente più tranquillo e Greenspan sembra voglia prendere fiato con un taglio dello 0,25”.

“Dopo la grande discesa non si vede all’orizzonte un gran rimbalzo – aggiunge l’operatore – ma il mercato dimostra una gran voglia di salire con la resistenza dei telefonici”.

Il Mibtel guadagna lo 0,23% e il Mib30 lo 0,22%. Decisamente meglio il Nuovo Mercato che prende il 2,84%.

La scuderia di Tronchetti Provera registra particolari movimenti sopratutto sulle società operative e cioé TIM e Telecom, mentre Olivetti procede in ribasso con scambi inferiori rispetto alla media degli ultimi giorni.

Riprendono fiato anche i titoli editoriali anche se persistono le difficoltà di Seat Pagine Gialle che stamani ha toccato nuovi minimi dell’anno. (Vedi anche Piazza Affari: Seat a €1,082 sui minimi dell’anno)

I tecnologici sfruttano la chiusura positiva del Nasdaq della vigilia. STMicroelectronics a metà giornata viaggia sui massimi della seduta e si porta dietro anche la controllante Finmeccanica.

In crescita anche le utilities con Italgas a tirare il plotone, mentre si registrano ancora difficoltà per il comparto del risparmio gestito. In particolare Bipop Carire che ha sfondato una prima volta l’importante supporto a €3 toccando un minimo di €2,98 per poi recuperare quota €3.

Tra i bancari Unicredito ha ripreso la crescita impostata ieri. L’istituto ha smentito le ipotesi di fusione con CommerzBank. (Vedi anche Piazza Affari: Unicredito smentisce contatti con Commerz)

Buon guadagno per il Nuovo Mercato che viene trascinato dal rimbalzo di Tiscali che è ancora sospeso per eccesso di rialzo dopo le dichiarazioni di Renato Soru sulla crescita della società e sulle strategie future. (Vedi anche Nuovo Mercato: Soru fa bene al titolo Tiscali)

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)