PIAZZA AFFARI: TELEFONICI IN DENARO, BENE OLIVETTI

17 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Olivetti (+1,84% a €1,381)e i titoli telefonici della scuderia di Marco Tronchetti Provera sono in denaro.

Telecom Italia viene scambiata a €9,38 (+1,50%), TIM gadagna l’1,26% a €5,77, Seat Pagine Gialle avanza dell’1,38% e Pirelli ha raggiunto quota €1,94 (+0,41%).

Oggi sono trapelate alcune indiscrezioni in merito al ricorso che Bicocca ha presentato al Tar del Lazio contro la decisione di Consob di obbligare il consolidamento del debito di Olivetti in Pirelli secondo la tesi del “controllo di fatto”.

Secondo fonti giudiziarie, nella memoria difensiva che Consob ha depositato al Tar del Lazio contro il ricorso Pirelli-Olimpia-Olivetti, Consob avrebbe sì ribadito l’idea del controllo di fatto tra le tre società, ma non avrebbe fatto alcuna menzione all’obbligo di consolidare nel bilancio Pirelli i debiti della società di Ivrea.

In sostanza il presidente della Consob, Luigi Spaventa, avrebbe dato una piccola chanche a Tronchetti Provera, concedendo una proroga a Pirelli e rinviando al 2002 l’obbligo di procedere al consolidamento di Olivetti.

In caso di una decisione negativa del Tar, Pirelli potrà comunque ricorrere al Consiglio di Stato.