PIAZZA AFFARI: TELECOM VOLA E STUPISCE

25 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si è dimostrata neutra di fronte alla decisione della Bce, Banca centrale europea, di lasciare invariati al 3,75% i tassi di interesse della zona euro. Alle 14 ora italiana il Mibtel non subisce particolari variazioni e resta in crescita dell’1,81%. Meglio ancora il Mib30 che segna +2,12%.

E’ tornata la fiducia sui telefonici. Telecom sbaraglia tutti e stupisce con il suo +5,63%; Tim +1,67%. Seat prende il 4,28%; sul Nuovo Mercato Tiscali si apprezza del 4,98%.

Contrastati i titoli Tecnost, +0,35%, e Olivetti, -1,4%. L’amministratore delegato di Telecom Roberto Colaninno ha annunciato che sabato verrà fissato il concambio fra le due società.

Forte il Nuovo Mercato, mentre si attende per domani il collocamento di Tas, società produttrice di software per la gestione degli ordini di Borsa. Oggi il titolo, scambiato sul mercato grigio di Londra, segna 48,58 euro (un euro vale 1936,27 lire), a fronte dei 35 fissati per il collocamento.

La richiesta di azioni di Tas è stata pari a circa 20 volte l’offerta.