PIAZZA AFFARI: SOTTO PRESSIONE I TELEFONICI

29 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le attenzioni degli investitori ricadono sui titoli delle tlc che pagano maggiormente l’incertezza che arriva dai mercati americani. La scuderia Colaninno, dopo un partenza piatta, sta pian piano scendendo in area negativa. Telecom cede lo 0,51% a 13,35 euro, Tecnost lo 0,55% a 3,77 euro e Olivetti lo 0,44% a 3,39 euro.

Peggiore la performance di Tim (-1,02% a 9,18 euro). Sul titolo ci sono particolari attese dopo l’annuncio dell’acquisizione delle quote azionarie non ancora detenute nella società brasiliana Maxitel. Si tratta di un’operazione da $240 milioni che darà a Tim il controllo della società brasiliana.

Anche sul fronte europeo rimangono sotto pressione i titoli telefonici: France Telecom (-4,21% a 100 euro), Deutsche Telekom (-1,42% a 38,10 euro), British Telecom (-0,40% a 619 pence).