Società

PIAZZA AFFARI SENZA IDEE SEGUE WALL STREET

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Piazza Affari ha chiuso con gli indici sui massimi della seduta. La giornata era però iniziata male con vendite generalizzate su tutti i settori sulla scia della correzione impostata ieri dopo una settimana di forti recuperi. Anche oggi a dare la spinta ai mercati sono stati gli indici americani e in particolare quello tecnologico parso più tonico sin dall’avvio. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
PIAZZA AFFARI GIRA IN DENARO DIETRO WALL STREET)

Gli investitori restano sono apparsi comunque molto cauti e la stessa operatività oggi è parsa ridotta come testimoniano i volumi inferiori rispetto alla media degli ultimi giorni.

Sul mercato, infatti, grava da una parte l’incertezza per i prossimi sviluppi sul fronte militare internazionale, e dall’altra l’attesa per la riunione odierna della Federal Reserve, che secondo gli analisti, potrebbe nuovamente tagliare il costo del denaro in USA di uno 0,50%. Se così fosse confermato, i tassi americani tornerebbero al livello del 1962. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
TASSI USA: PREVISTO TAGLIO DI 50 PUNTI BASE)

“Non ci sono stati spunti particolari e il mercato ha vissuto una giornata di standby con volumi bassi, anche se su finale alcuni titoli si sono fatti più frizzanti” ha commentato Federico Schmid, responsabile della sala operativa di BNP Paribas SIM. “Si sono avute ricoperture sul finale e molto bene ha fatto la scuderia Pirelli e in particolare Telecom – aggiunge l’operatore – che ha recuperato tanto nelle ultime giornate”.

“Per quanto riguarda il calo dei bancari – dice il trader – si tratta di un turnover settoriale che al momento premia titoli come ENEL che erano rimasti indietro”.

Il Mibtel ha chiuso a +1,34%, il Mib30 a +1,44%, il Midex a +1,74%. Il Numtel, che ha resistito sempre in territorio positivo, ha messo a segno un rialzo del +2,40%.

Sul Mib30 ha brillato ENI che secondo molti resta sottovalutato “tanto che a livello mondiale può essere considerato il più a buon mercato nel settore petrolifero” ha detto stamani un gestore. (Vedi anche PETROLIO: FUTURO E RISCHI IN VISTA ATTACCO USA
PIAZZA AFFARI: ENI ECCEZIONE POSITIVA SUL MIB30)

In recupero anche ENEL ed Italgas che nella scorsa ottava erano rimasti al di fuori della corrente d’acquisti.

Hanno sofferto in particolare i titoli finanziari, bancari in testa (Vedi PIAZZA AFFARI: BANCARI, LA PEGGIORE E’ UNICREDITO). A fine seduta però hanno ripreso a correre quelli del risparmio gestito, tra cui si è messo in luce Bipop Carire.

I telefonici dopo una partenza negativa sono stati veloci a invertire la rotta dopo la partenza dei mercati USA. Ha fatto molto bene tutta la scuderia che fa capo a Marco Tronchetti Provera. In particolare hanno brillato le società operative Telecom e TIM sulle quali punta tutto Pirelli per far rientrare i conti del gruppo telefonico. La stessa Seat PG ha limato i danni sul finale ed è anzi riuscita a fermarsi in deciso rialzo a dispetto di un comparto media che ha performato male in tutta Europa sulla scia delle cattivissime notizie arrivate da Havas in Francia e MCGraw Hill negli USA. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
PIAZZA AFFARI: SEAT, POSSIBILE UN TEST A €0,90 )

Il gruppo americano ha abbassato le attese sia sul terzo trimestre che sull’intero 2001, per l’effetto congiunto della recessione strisciante e degli attacchi.
Oltre McGraw nei giorni scorsi negli USA avevano ridotto le attese altri protagonisti come Viacom e Dow Jones, editrice del Wall Street Journal.
In Europa la francese Havas ha disegnato un quadro molto negativo sulle prospettive della pubblicità.

Il tecnologico per eccellenza STMicroelectronics, in difficoltà in mattinata per il riflesso delle cattive notizie provenienti dagli USA (Vedi anche UTILI: COMPAQ, PROFIT WARNING 4° TRIMESTRE
PIAZZA AFFARI: STM IN ROSSO A €23,32 ), ha girato in positivo nelle ultime due ore di contrattazione dopo l’avvio dei mercati americani.

Il Nuovo Mercato ha mostrato oggi una tenuta maggiore rispetto agli altri segmenti della borsa (Vedi PIAZZA AFFARI: SOSPENSIONI AL RIALZO SU NM).

Tra i titoli in rialzo ha brillato il settore biotecnologico, e in particolare Biosearch, che era stata penalizzata alla vigilia (Vedi NUOVO MERCATO: BIOSEARCH CRESCE PIU’ DI TUTTI).