Società

PIAZZA AFFARI RIPIEGA, MA NON HA UNA LOGICA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Piazza Affari ha un andamento contrastato a metà seduta. Una seduta che operatori e analisti giudicano “schizofrenica e a tratti ingiustificata”, specialmente quando si orienta al rialzo.

Partita in negativo, la borsa italiana ha avuto spunti di crescita compensati da momenti riflessivi.

Poi ha invertito rotta tornando sopra la parità dopo il dato sulle commesse tedesche di manufatti nettamente superiore alle attese e sulla scia delle indicazioni dei future americani.

“Nelle sue manifestazioni rialziste l’andamento della borsa oggi, come del resto nel corso di tutta la settimana, è ingiustificato – dice a Wall Street Italia Donatella Principe, analista di Banca Popolare di Vicenza – ci aspettavamo uno storno già da lunedì dopo i rilazi della settimana precedente. Così non è stato. E’ probabile che la prossima settimana il ripiegamento sia più forte di quello che avrebbe potuto essere in queste ultime sedute”.

Alle 13:30 ora italiana il Mibtel segna -0,07%, il Mib30 -0,02%, il Midex +0,70%, il Numtel -0,67%.

I temi del giorno:

Olivetti “fa quello che dovrebbe fare tutto il mercato oggi, cioè scende”, dice Principe. Il mercato e gli azionisti si preparano all’assemblea del 13 ottobre prossimo, che si preannuncia contrastata (Vedi PIAZZA AFFARI: OLIVETTI PERDE QUOTA).

Fiat precipita, lasciandosi dietro oltre sei punti percentuali. E’ l’effetto delle stime ribassiste di cui giovedì ha parlato il presidente onorario Gianni Agnelli (Vedi PIAZZA AFFARI: FIAT CEDE DOPO PROFIT WARNING).

Anche STMicroelectronics è uno dei titoli in perdita dopo i forti guadagni delle sedute precedenti (Vedi PIAZZA AFFARI: SU STM PRESE DI BENEFICIO, MA…). Il calo della controllata non influenza, una volta tanto, Finmeccanica, che invece è in fase di apprezzamento con oltre un punto percentuale.

In rialzo Mediaset con oltre due punti percentuali. “E’ un fatto un po’ illogico”, dice Principe, anche alla luce del taglio delle stime sulla raccolta pubblicitaria operato da Lehman Brothers. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
PIAZZA AFFARI: UPGRADINGS E DOWNGRADINGS/3)

L’analista ha delle perplessità anche sul rialzo consistente, quasi tre punti percentuali, di Aem, “che non si spiega nemmeno dopo la notizia che i Comuni possono scendere al di sotto del 51% nella partecipazione delle ex-municipalizzate”. Aem ha ampiamente superato i €2 che erano individuati come resistenza.

Tutto al rialzo il risparmio gestito, nonostante le cattive notizie della vigilia arrivate sul fronte della raccolta dei fondi di investimento a settembre. In particolare si segnala che Merril Lynch ha assegnato a Mediolanumun target price di €15 contro i €7,8 dell’attuale quotazione. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
PIAZZA AFFARI: UPGRADINGS E DOWNGRADINGS/3)

Il Midex è trainato da Alitalia, che dopo una sospensione per eccesso di rialzo cresce di quasi cinque punti percentuali nel giorno della sua riammissione alle contrattazioni. Ieri infatti il titolo era stato sospeso, su richiesta dell’azienda, per tutta la seduta del listino ufficiale e per l’after hour (Vedi PIAZZA AFFARI: ALITALIA SU DOPO PIANO INDUSTRIALE).

Sul Nuovo Mercato continua l’ascesa di Finmatica, sulla scia delle ricoperture che nei giorni scorsi sarebbero andati un po’ troppo al ribasso e sulla scia dell’entusiasmo che ha interessato l’high-tech nelle ultime sedute.

Molto bene anche Tiscali, che guadagna quasi quattro punti percentuali, e Tecnodiffusione, sospesa per eccesso di rialzo. Il titolo cresce grazie all’accordo annunciato con Acer.