PIAZZA AFFARI RIMBALZA ANCORA SULLE SPERANZE

2 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso la seduta con un gran balzo dando seguito al buon avvio, ma ancor di piu’ dopo l’accelerazione registrata subito dopo metà giornata.

“Il mercato italiano come gli altri ha rimbalzato con forza – ha commentato un operatore che ha chiesto l’anonimato per politica aziendale – ma senza ragioni precise. Il movimento iniziale è arrivato dai futures americani e tutti i listini gli sono andati dietro. Di fatto si spera nuovamente in una rapida soluzione della guerra irachena”.

Il maggiore ottimismo sul dispiegarsi del conflitto ha portato il petrolio a ridimensionare i propri prezzi, anche sulla scia delle notizie provenienti dalla Nigeria.

Il calo del prezzo del greggio non ha indebolito Eni, colpito peraltro dalla prospettiva di incontrare difficoltà nelle sue attività in Russia. Positivo invece il giudizio offerto da Goldman Sachs.

Ha superato l’iniziale incertezza il titolo Generali. Il raggiungimento di un accordo in casa Mediobanca ha fatto perdere l’appeal speculativo che invece aveva stimolato il mercato in precedenza. Gli operatori consigliano di stare attenti alle possibili oscillazioni per l’aggiustamento dei portafogli dopo l’accordo trovato per il patto di Piazzetta Cuccia .

Il comparto assicurativo ha vissuto oggi una giornata positiva, come dimostrano gli altri titoli in Italia e nel resto d’Europa.

Il traino è venuto dalle tedesche Muniche Re e Allianz, le quali hanno annunciato di aver ridotto le loro partecipazioni incrociate sotto il 20%.

A colpire non è stata tanto la notizia, peraltro già scontata ma, secondo gli analisti di Websim, quanto piuttosto la rapidità con cui la riduzione è stata eseguita.

Il Mib30 ha chiso tutto in verde e con i titoli finanziari in grande spolvero. Tra questi sicuramente i bancari con Mps super star e davanti ai titoli del risparmio gestito.

In crescita i telefonici, con Telecom Italia, interessata dalla fusione tra Stream e Tele+, che oggi ha ricevuto il via libera dall’Antitrust europeo.

Si muove in positivo tutta la filiera di Marco Tronchetti Provera, compresa Tim e Seat Pagine Gialle.

In denaro anche Pirelli Real Estate.

Bene gli industriali, soprattutto con Stmicroelectronics e la controllante Finmeccanica che tra l’altro sembra in dirittura di arrivo per l’acquisizione di Fiat Avio insieme al fondo Usa Carlyle.

In crescita i media-editoriali, premiati a livello europeo dagli analisti di CSFB.

Sul Midex ottimo il lusso, e cresce anche Alitalia. Il comparto aereo resta comunque sotto osservazione per le difficoltà scaturite dalla guerra e dal rischio attentati. Oggi l’annuncio di tagli ai posti di lavoro dell’olandese Klm.

In decisa crescita, tra le società a media capitalizzazione, il titolo Aem per il quale tuttavia alcuni analisti sollevano delle perplessità in prospettiva.

Sul Numtel movimento su Art’è e su Opengate. Positiva Tiscali.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana