PIAZZA AFFARI PROVA A CONSOLIDARE IL SEGNO PIU’

4 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari prova a consolidare la sua crescita in territorio positivo dopo una mattinata quasi tutta caratterizzata dal segno meno.

Rimane peraltro negativo il Midex, ma il Mibtel segna +0,60% e il Mib30 +0,88%.

Il mercato sembra prendere atto dei segnali positivi provenienti da New York, dove fra qualche ora si riapriranno Wall Street e soprattutto il Nasdaq (ieri aveva perso oltre il 7%).

Non per questo i titoli della New Economy trovano linfa vitale più di tanto. Se si fa eccezione per I.Net, un vero e proprio boom nel suo primo giorno di contrattazioni, lo scenario è negativo e anche Tiscali che ha provato a recuperare posizioni, resta pur sempre a -4,09%.

Fra i telefonici Tim migliora e perde solo lo 0,16%; Telecom invece sta ben oltre la parità con +1,44%: attualmente è in corso il Consiglio di amministrazione per i dati di bilancio, il dividendo, e il progetto di riorganizzazione della struttura interna del Gruppo.

A tirare il listino, quest’oggi, sono gli assicurativi (Generali +3,35%; Ina +0,05%), i bancari e anche gli industriali.

Tra i bancari, Unicredito cresce del 4,05%; San Paolo Imi del 4,81%; l’agenzia americana Moody’s ha appena alzato il rating dell’istituto torinese portandolo a Aa3.

Gli industriali: Pirelli +2,85%; Fiat +0,15%; Finmeccanica +2,39%.