PIAZZA AFFARI: PRE-APERTURA SENZA SORRISO

12 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si appresta a iniziare una seduta all’insegna del ribasso, come confermano i primi movimenti del Fib30, che ha aperto in perdita dello 0,92% a 38.975.

In pre-apertura si stanno distinguendo per i loro ribassiSeat, Enel, Eni, ma in generale tutto il listino muove i primi passi in territorio negativo.

“Il mercato resta debole, influenzato dalla situazione delle altre piazze internazionali”, osserva l’analista di una banca italiana.

Venerdì scorso a New York tutto il settore dei tecnologici era piombato al ribasso. Oggi le borse asiatiche sono state negative, con quella di Tokio in particolare che ha chiuso sui minimi dal 1985 perdendo il 3,6%, e i mercati europei in apertura si sono subito mossi sulla stessa lunghezza d’onda.

In Italia il Mib30 resta per ora al di sopra dell’area 39.200, che rappresenta il primo supporto importante al di sopra di quota 38.500. Secondo l’analista è possibile un recupero già a partire dalla prossima
settimana.

E’ essenziale però che l’indice non scivoli sotto quota 38.500.