PIAZZA AFFARI POCO MOSSA A META’ GIORNATA

13 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari è praticamente piatta a metà giornata con volumi bassi data la settimana di Ferragosto. Gli energetici salgono bilanciati dalla caduta dei finanziari mentre la notizia del giorno rimane l’operazione Sai-Fondiaria, la terza in quest’estate senza vacanze per la finanza italiana dopo i take over di Montedison e Telecom Italia.

Il Mibtel guadagna lo 0,1%, il Mib30 lo 0,2% e il Numtel lo 0,4%.

I titoli petroliferi sono trainati dalla notizia che l’Arabia Saudita, il principale produttore di greggio al mondo, ha detto ai suoi clienti in Giappone e Sud Corea che ridurrà l’offerta del 16-17%, innescando voci di un taglio Opec a settembre.

Eni guadagna il 1,1% e Saipem il 2% mentre resistono al ribasso utility come Enel (+0,3%) e Edison (+0,1%).

I finanziari sono divisi tra assicurativi che salgono come Ras (+2,2%) e la maggior parte dei bancari che cedono terreno: MPS (-1,5%), Mediolanum (-1,3%) e Rolo Banca (-1,1%).

Intanto le azioni di Fondiaria stanno guadagnando il 6,7% a €6,32, salendo verso il livello di €7,7 al quale dovrebbe essere offerta un’eventuale Opa da parte di Sai e Mediobanca.

Mediobanca cede lo 0,8% e Sai il 4,1%.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Il caso Sai-Fondiaria

I telefonici invece sono misti, con TIM in rialzo mentre Telecom Italia e Olivetti cedono terreno. I volumi però sono bassi e le variazione poco significative e poco distanti dalla parità.

Per un’analisi tecnica dei titoli chiave della giornata vedi anche:


Cosa aspettarsi oggi