PIAZZA AFFARI NON REAGISCE ALLA BCE

11 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari non si scompone e reagisce con un sostanziale immobilismo alla decisone della Bce (Banca centrale europea) di lasciare invariati al 3,75% i tassi di interesse della zona euro.

Alle 14 ora italiana il Mibtel lascia lo 0,60%; il Mib30 lo 0,63%, il Midex lo 0,82%.

Resta evidente la differenza di andamento, nel comparto dei telefonici, tra Telecom, -0,88%, e Tim. Il titolo della società di telefonia mobile continua a guadagnare e si attesta su un buon +1,77%.

Sempre ottimo il passo di Enel, oggi letteralmente preso d’assalto e ora in rialzo dell’1,97% su livelli comunque più contenuti rispetto al resto della mattinata.

Soffre la maggior parte degli industriali con Fiat a -1,19%, Pirelli a -2,57% e Finmeccanica che è tornata in campo negativo e ora segna -0,78%.

Sul Nuovo Mercato regna il segno meno, contrastato unicamente dal +1,31% di e.Biscom.