PIAZZA AFFARI: MIB30, SOLO TRE TITOLI POSITIVI

di Redazione Wall Street Italia
15 Marzo 2002 13:30

Piazza Affari è negativa a metà seduta dopo aver perso il marginale rialzo segnato in apertura.

L’avvio della giornata, caratterizzata dalle scadenze tecniche, era stato piuttosto vivace, con un boom di scambi e forte interesse per alcuni titoli.

Poi l’attesa per i dati americani di oggi e l’andamento contrastato dei future sugli indici Usa hanno avuto la meglio e il listino ha ripiegato.

Unico settore che riesce a mantenersi al di sopra della parità e quello dei titoli a media capitalizzazione, grazie soprattutto alle prestazioni di Autogrill e Tod’s.

Autogrill si trova oggi su valori più che raddoppiati rispetto ai minimi del 20 settembre scorso, quando era scesa al di sotto dei €6.

Ciò è stato possibile grazie all’impatto relativo degli attacchi terroristici contro gli Usa, dove peraltro il gruppo italiano è molto presente.

Nell’ultimo mese il titolo è stato aiutato anche dal suo programma di espansione, che si è realizzato attraverso tre acquisizioni in Italia e Spagna.

Tod’s gode gli effetti del giudizio positivo sul titolo espresso da Merril Lynch: fair value a €61 e rating “Strong buy”, cioè comprare con decisione.

Il comparto del lusso di per sé è comunque contrastato, con Bulgari che invece cede sul Mib30.

Tra gli altri titoli del settore, attenzione a Mariella Burani, che oggi ha annunciato l’acquisizione per €12,3 milioni del 100% di ITM, che produce tessuti leggeri.

Il quadro sul Mib30 è più desolato, con soli tre titoli in rialzo.

Uno di questi è ENI, al centro dell’attenzione nel giorno della riunione dei vertici Opec. secondo le prime indicazioni che stanno emergendo i Paesi produttori di greggio riuniti a Vienna decideranno di lasciare invariata la produzione di petrolio.

In rialzo Banca di Roma sull’onda di reazione alla notizia del via libera alla fusione con Bipop Carire.

Al contrario, Bipop Carire prende fiato dopo che nella giornata precedente aveva corso al galoppo.

I due istituti dovranno comunicare le date delle rispettive assemblee degli azionisti, ai quali spetta la parola ultima sul progetto di fusione.

Cresce anche Seat Pagine Gialle, unico titolo della galassia di Marco Tronchetti Provera a mostrare il segno più. Per il resto i titoli che fanno capo a Tronchetti Provera sono tutti in declino.

L’attenzione rimane comunque sveglia su TIM, visto che potrebbero giungere novità per l’eventuale acquisizione del consorzio di telefonia mobile Blu.

Tra i titoli a maggiore capitalizzazione che rimangono al di sotto della parità ci sono quelli del comparto bancario, del risparmio gestito, gli assicurativi e gli industriali.

Va male per Fiat, su cui pesa tra l’altro il giudizio degli analisti di MSDW.

E va male anche per Finmeccanica, che oggi sconta la perenne incertezza sul nuovo assetto al vertice e la debolezza della controllata STMicroelectronics.

Su STMicroelectronics, che si comporta peggio degli altri titoli high-tech in Europa dopo i risultati di Oracle, pesano anche le prese di beneficio dopo i rialzi dei giorni scorsi, in vista del suo ingresso, lunedì prossimo, nel paniere del Mib30.

In ribasso tutti i media, anche Mediaset che invece aveva corso durante la mattinata.

Cede Autostrade,penalizzata dalla prospettiva dell’imminente quotazione della francese Autoroutes.

Tra gli altri titoli recupera Banca Popolare di Milano, dopo il tonfo della vigilia seguito ai dati di bilancio.

Cede invece Snia, su cui però si appunta l’attenzione del mercato sulla scia di indiscrezioni.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.