PIAZZA AFFARI IN RIBASSO A META’ SEDUTA

10 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari arriva a metà giornata appesantendo le posizioni dell’apertura, in un clima depresso che attanaglia tutta l’Europa.

Nel vecchio continente non si ha il supporto nemmeno dei future: sono contrastati e comunque deboli.

In Europa riescono a tenere solo i comparti più difensivi, cioè farmaceutico e utility.

Ma tra le utilities in Italia, sul Mib30, recupera qualcosa solo Enel.

Il resto, è uno sfascio. Perchè alla caduta dei telefonici e dei tecnologici non fa riscontro una tenuta dei bancari, molto deboli.

Il Mibtel segna -1,07%.

Il Mib30 -1,26%.

Il Midex -0,50%.

Il Numtel -1,81%.

Facendo un’analisi dettagliata del Mib30 e ferma restando la debolezza dei bancari, restano comunque positive sia BNL che MPS. Il mercato si prepara in vista dell’attesa fusione tra i due istituti.

I telefonici hanno iniziato, e proseguono, la giornata in ribasso.

Pirelli e Olivetti hanno già inviato un ricorso al Tar (Tribunale amministrativo regionale) del Lazio per contestare la decisione della Consob (Commissione di controllo per le società e la borsa) sul consolidamento di Olivetti nel bilancio di Pirelli.

Nei media, Mediaset oggi perde pesantemente terreno, lasciando quasi due punti e emzzo percentuali, nonostante il giudizio espresso ieri da Goldman Sachs e le indicazioni positive sull’andamento della pubblicità televisiva in Francia.

In ribasso, comunque, anche gli altri titoli del comparto, sia sul Mib30 che sul Midex.

Con il segno meno il risparmio gestito.

Nel quadro di generale depressione che interessa i titoli tecnologici, STMicroelectronics lascia quasi tre punti percentuali, sebbene Merril Lynch abbia assegnato al titolo un ottimo rating.

Nel Midex tiene banco Sai nel giorno del suo consiglio di amministrazione, mentre cede Fondiaria, che pure riunisce il suo cda.

Sono infinite le voci e le scommesse che si moltiplicano sul caso Sai-Fondiaria. Tra queste, c’è anche una soluzione a tre: Sai-Fondiaria-Toro.

Secondo quanto riporta oggi la stampa, comunque, l’obiettivo ultimo resta Mediobanca, di cui Fondiaria ha una consistente partecipazione diretta e indiretta. E si farebbe già il nome del nuovo timoniere: Renato Ruggiero.

Sempre sul Midex Acea perde punti. Credit Suisse First Boston ha iniziato la copertura del titolo con un rating “Hold”, cioè tenere, e un target price a 12 mesi di €7,6.

Sul Nuovo Mercato Tiscali è in ribasso, mentre sul fronte opposto viaggiano CHL e ePlanet.