PIAZZA AFFARI: IN PROGRESSO SULLO SPRINT FINALE

16 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La borsa di Milano continua a essere tonica e porta il Mibtel a +1,89% di guadagno. Il Mib 30 fa ancora meglio arrivando a +2,12% a 45′ dalla chiusura delle contrattazioni. A tirare sono soprattutto i bancari e i due titoli della scuderia di Roberto Colaninno, Telecom (+4,07%) e Tim (+3,45%).

Bene tutta la Old Economy con gli istituti di credito a tirare la volata con grandi rialzi: San Paolo Imi a +5,49%, Unicredito a +4,47%, Fideuram a +4,35%, Mps a +4,24%, Rolo 1473 a +3,21%, Banca Commericale Italiana a +3,37%.

Tra i telefonici, oltre ai gia’ citati titoli, sono in difficolta le Olivetti a -2,17% e le Tecnost -1,77%, dopo la decisione di rimandare la fusione delle due holding al prossimo Consiglio d’amministrazione.

Bene gli industriali con le Fiat a +1,53%, Finmeccanica a +2,43%, Enel a +1,29% e Edison a +2,98%.

Regina del rialzo è il titolo Dalmine (+10,06%), sospesa più volte per eccesso di rialzo, sugli scudi da questa mattina dopo voci di possibile scalate.

Nel Midex splendono le Acea a +5,43%, poco sotto i 22 euro.