PIAZZA AFFARI IN LIEVE RIALZO IN ATTESA DI WALL STREET. BENE SAIPEM

10 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

In attesa di Wall Street, Piazza Affari si posiziona in territorio lievemente positivo. Alle 12 ora italiana circa, l’indice Ftse Mib sale infatti dello 0,35% a 22.433,99 punti.

Protagonisti, tra i titoli, Saipem, che sale dell’1,39%. A innescare la miccia degli acquisti sul titolo della controllata di Eni, è la notizia divulgata dalla stessa Saipem, che si è aggiudicata nuovi contratti onshore per un valore complessivo di circa 800 milioni di dollari negli Stati Uniti.

Si accaniniscono invece le vendite sul titolo di Mondadori a Piazza Affari, dopo che ieri la società editoriale ha guadagnato oltre due punti percentuali in seguito alla promozione di Ubs.

Tutta un’altra storia quella di oggi. Mondadori al momento rimane il fanalino di coda del FTSE MIB e perde l’1,84%. A partire dalla seduta di lunedì 22 marzo il titolo Mondadori uscirà dal paniere principale FTSE Mib e al suo posto entrerà Azimut.

In lieve rialzo Fiat (+0,17%), dopo che Deutsche Bank ha ribadito il giudizio “buy” sul titolo, riducendone però il prezzo obiettivo. Gli analisti di Deutsche Bank hanno tagliato il target price portandolo da 15 euro da 13 euro, a causa del termine degli incentivi sulla rottamazione delle auto.

Dopo un avvio in grande spolvero, Lottomatica cede invece lo 0,26%. Il titolo dell’azienda aveva segnato un forte balzo in apertura, grazie alla decisione del Consiglio di Stato, che ha accolto i ricorsi sulla vicenda Gratta e Vinci presentati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e dal Consorzio Lotterie Nazionali, di cui Lottomatica detiene il 63%.

Infine, tra le altre storie di rilievo, con riferimento alle illazioni riportate nell’odierno articolo di “MF”, Immsi smentisce totalmente – in quanto priva di qualsiasi fondamento – ogni ipotesi relativa a possibili integrazioni del Gruppo Piaggio con altri gruppi industriali. Lo si legge in una nota. Immsi esclude inoltre, in modo categorico, di aver mai avuto notizia di progetti o documenti di qualsiasi tipo, elaborati dalla società McKinsey rispetto a tale ipotesi.