PIAZZA AFFARI: I TITOLI CHIAVE DEL 5 SETTEMBRE

5 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Per Piazza Affari è stata una seduta segnata dalle vendite generilazzate, che si sono però concentrate sui TMT (telfonici, media e tecnologici).

Il Mibtel ha chiuso sui minimi a -2,97%, il Mib30 si è fermato a -3,25, il Midex a -1,21% e il Numtel, l’indice del Nuovo Mercato, a -2,26%.

Scuderia Pirelli

In Italia il tema dominante della giornata è stato il massacro della galassia di Marco Tronchetti Provera: Olivetti, Pirelli (-9,63% a €1,840), TIM (-3,5% a €5,370) e Telecom (-8,72% a €8,110).
(SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


PIAZZA AFFARI: TLC IN ROSSO DIETRO DOWNGRADE
PIAZZA AFFARI IN FUGA DALLE TELECOM RISPARMIO
UTILI: TIM, COSA PREVEDONO GLI ANALISTI
PIAZZA AFFARI: OLIVETTI BASTONATA DAL MERCATO
TLC UE: IN ARRIVO UN’ONDATA DI DOWNGRADE
e vedi anche sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).

Editoriali

Seat Pagine Gialle (-3,64% a €0,833) anche oggi ha tentato il recupero impostato ieri dopo settimane di ribassi. Nel pomeriggio però il titolo ha invertito la rotta chiudendo in rosso. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


PIAZZA AFFARI: SEAT IN CRESCITA VICINO €0,90)

Positiva invece la chiusura de L’espresso che si è fermato a €3,610 in calo del 2,06%.

Energetici:

Tra i pochi titoli positivi si segnalano gli energetici come ENI (-0,20% a €14,760) ed Enel (+0,07% a €7,37). (Vedi PIAZZA AFFARI: BENE ENEL DOPO SHORT LIST ENDESA)

Tecnologici:

Pesante STMicroelectronics, che lascia il 4,75% a €32,5. (Vedi PIAZZA AFFARI: STM ENTRA IN COMIT E PERDE TERRENO)

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha lasciato sul terreno il 4,33% a €6,78. (Vedi PIAZZA AFFARI: TISCALI TORNA SOTTO I €7).

Servizi:

Giornata negativa anche per Snai (-24,93% a €4,56 l’ultimo prezzo fatto segnare nel pomeriggio), che dopo un inizio in denaro ha virato rotta bruscamente dopo la smentita della società sulle voci di trattative con un nuovo socio (Vedi PIAZZA AFFARI: GLI INVESTITORI ABBANDONANO SNAI).

Bancari:

Tra i titoli degli istituti bancari degno di nota il calo di Unicredito (-6,43% a €4,19). Al mercato non piace l’ipotesi di merger con CommerzBank. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


PIAZZA AFFARI: UNICREDITO SENZA FONDO)

(SULLA CHIUSURA DI MILANO VEDI ANCHE:


PIAZZA AFFARI SUI MINIMI, OLIVETTI PROFONDO ROSSO)