PIAZZA AFFARI: I TITOLI CHIAVE DEL 17 AGOSTO

17 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Tecnologici e telefonici

STMicroelectronics ha chiuso in ribasso del 2,24% a €34,85. Il titolo aveva aperto stamani in leggero rialzo rimbalzando dopo le perdite di giovedì, ma i segnali negativi provenienti da Wall Street hanno ulteriormente depresso il titolo.

(Vedi Piazza Affari: STM viaggia verso i €36)

Tiscali ha chiuso in ribasso a €7 (-1,53%) dopo il crollo di giovedì sulla notizia che l’ISP sardo ha anticipato la scadenza dei lockup.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Piazza Affari: la giornata di Tiscali

Sul Mib30 ha chiuso in positivo solo Edison (+0,04%), mentre Montedison ha chiuso invariata a €3,15.

Fiat ha perso l’-1,9%. Tutto il settore auto europeo è stato venduto pesantemente dopo il profit warning di Ford. (Vedi Auto: Ford taglia 5.000 posti e lancia ‘warning’)

Scuderia Pirelli

Quella di oggi è stata una brutta giornata per tutti i titoli: il titolo che ha contenuto meglio il ribasso è stato Olivetti (-2,53% a €1,81), mentre per gli altri titoli è stata una giornata molto difficile. Pirelli ha ceduto il 2,73%, mentre TIM e Telecom Italia hanno chiuso rispettivamente in ribasso del 2,58% e del 2,92%.

I ribassi si sono fatti sentire anche nel settore del risparmio gestito: Fideuram e Bipop hanno perso il 3,04% e il 3,30%, mentre Mediolanum ha chiuso in rosso a €11,86 (-4,86%).

Petroliferi.
Eni (-2,70%) ha chiuso pesante perché non è arrivato il previsto taglio della produzione di petrolio da parte dell’Opec.

SULLA CHIUSURA DI PIAZZA AFFARI VEDI ANCHE:


Piazza Affari chiude travolta da Wall Street