PIAZZA AFFARI: I TELEFONICI ZAVORRANO IL LISTINO

12 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un avvio in leggero rialzo, Piazza Affari ha limato i guadagni sino a passare in territorio negativo, malgrado la buona tenuta dei titoli assicurativi e del risparmio gestito.

Il Mibtel cede lo 0,07% a quota 29.700, il Mib30 e’ stabile sulle quote della vigilia e il Numtel perde lo 0,34%.

La palla al piede del listino è la scuderia di Roberto Colaninno. Olivetti e’ scivolata sotto il prezzo di €2,60 fissato venerdi’ per l’aumento di capitale e “per un po’ di tempo oscillera sotto questa soglia” commentano gli analisti. Il titolo di Ivrea al momento cede il 2,80% a €2,53.

Ma viaggiano in rosso anche Tim (-0,91% a €7,22) e Telecom (-0,53% a €12,43). “Su questi due titoli – commenta un analista a WallStreetItalia – pesa anche il piano di conversione e le vendite per acquistare titoli Orange”.

In cima alle Blue Chips troviamo invece Alleanza (+2,07% a €17,35) e Ras (+1,57% a €15,58) dopo i commenti positivi usciti dalla convention di due giorni organizzata da Giubergia Ubs Warburg dedicata alle assicurazioni. Il denaro si estende anche ai titoli del risparmio gestito come Mediolanum (+1,06% a €13,72).