PIAZZA AFFARI GIU’, PESANO I TIMORI DEGLI USA

20 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

La chiusura di ieri a Wall Street, l’andamento dei future sugli indici Usa e le nuove preoccupazioni per la minaccia del terrorismo stanno affossando le borse in tutto il mondo.

Piazza Affari compie il giro di boa di metà seduta con gli indici molto più in basso di quanto non fossero in apertura.

La pesantezza della borsa italiana si riflette in quelle europee e alla caduta dei titoli tmt (tecnologici, media e telefonici) sovrappone quella dei bancari.

Ad aggiungere benzina sul fuoco c’è anche l’appuntamento di domani con le scadenze tecniche, che sembra amplificare il movimento ribassista.

Mps accusa perdite di oltre quattro punti percentuali, ma sono a terra anche Bnl, Unicredito e il risparmio gestito soprattutto con Mediolanum.

I titoli tecnologici hanno tentato il rimbalzo dopo il warning di Nokia, considerando che l’allarme non è stato lanciato sugli utili ma sul fatturato, e che la situazione avrebbe potuto essere peggiore del previsto.

Ne consegue un andamento molto contrastato per Stm.

Pesanti i telefonici come nel resto d’Europa, con le società operative in profondo rosso.

Perde quota Seat Pagine Gialle, che invece per una fase della mattinata era stata in positivo sulla scia di indiscrezioni di stampa.

Molto ampia la perdita della casa madre, Pirelli, ma del resto se si guarda in generale al comparto industriale non si trovano spunti positivi.

In ribasso anche Fiat.

Oggi a Milano i lavoratori dell’Alfa Romeo di Arese hanno bloccato l’autostrada dei Laghi per mezz’ora.

La protesta è scaturita dalla decisione di Fiat di chiudere lo stabilimento a settembre.

Il lusso quotato sul Mib30, vale a dire Bulgari, è in ribasso anche sulla scia dei risultati poco rosei diffusi ieri da Gucci, mentre si apprezza Tod’s, sul Midex.

Gli operatori ricordano comunque che in vista del collocamento di Prada il risparmio indirizzato al lusso sta dando una sistemata al proprio portafoglio, appunto per fare spazio alla prossima new entry.

Sul Nuovo Mercato Tiscali è abbondantemente al di sotto di quota €7.

In ribasso Tecnodiffusione, mentre brilla Freedomland, forte dell’accordo con Alenia.

Tra i titoli minori, Basicnet continua nel suo percorso ribassista dopo l’eliminazione dell’Italia, di cui era sponsor, dai mondiali di calcio del Giappone.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Piazza Affari