PIAZZA AFFARI: FIDEURAM IN PROFONDO ROSSO

6 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta pesante per il risparmio gestito e in particolare per il titolo Banca Fideuram (-3,04% a €11,21).

Ieri pomeriggio l’istituto ha presentato i risultati della raccolta netta totale di giugno (fondi e gestioni, assicurazioni, titoli e conti correnti) che è stata positiva per €363 milioni, il 116% in più rispetto al mese precedente.

La raccolta netta dei fondi comuni, incluse le gestioni patrimoniali in fondi, è stata positiva per €61 milioni. Al suo interno la raccolta del private banking (gestioni patrimoniali riservate alla clientela VIP) ha registrato un saldo positivo per oltre €1,6 miliardi.

In giugno la raccolta dei fondi comuni si è concentrata per 61 milioni di euro sui fondi azionari. I fondi obbligazionari hanno invece chiuso il mese con un saldo negativo di 1 milione di euro, mentre i fondi bilanciati hanno registrato un saldo positivo di 7 milioni di euro. La raccolta sui fondi liquidità ha registrato un saldo negativo di 6 milioni di euro.

Il titolo ieri ha chiuso in rialzo di mezzo punto e quindi il calo di oggi non viene messo in relazione ai dati presentati ieri ma, più che altro, alle prese di beneficio dopo settimane di rialzi.

“Il titolo viene da una fase rialzista che dura da metà giugno – commenta a Wall Street Italia una analista di una Banca italiana che preferisce rimanere anonima per politica aziendale – e gli investitori stanno semplicemente facendo cassa. Se i conti fossero stati giudicati negativi il mercato avrebbe scontato i dati già nella seduta della vigilia”.

A Piazza Affari soffrono anche Bipop Carire (-1,09% a €4,370) e Mediolanum (-1,44% a €12,6).