PIAZZA AFFARI: FIAT CORRE CON RATING POSITIVI

3 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo i giudizi positivi incassati da Lehman Brothers e da Dresdner, Fiat ottiene il beneplacito all’Opa Montedison anche da Morgan Stanley Dean Witter.

Gli analisti della merchant bank statunitense hanno espresso un giudizio neutrale sul titolo dopo la costituzione di Italenergia e il lancio dell’opa su Montedison.

Ma, secondo la banca d’affari USA, l’operazione Montedison è positiva perché valorizza quegli asset energetici del gruppo prima sottostimati.

Il valore di Italenergia per il gruppo del Lingotto è stimato in €1,2 miliardi, lontano dai €400 milioni calcolati precedentemente per gli asset energetici.

Gli analisti americani hanno così fissato un target sul prezzo si €35 euro, calcolato sulla base della somma delle parti. “Il rischio – secondo la banca d’affari – e’ che l’obiettivo di realizzare valore e di accrescere il cash possa avere una durata limitata”.

Il giudizio positivo è condiviso anche da un’analista di una primaria Sim milanese che preferisce non essere citato per politica aziendale: “L’operazione che ha portato alla scalata di Montedison è stata ottima anche perché il prezzo con cui hanno lanciato la scalata a cascata su Edison, il vero gioiello del desiderio, è a sconto del 15%”.

“Speriamo che la nuova proprietà non demolisca i buoni progetti che Edison aveva già sviluppato – aggiunge l’analista – come quello di espansione in Egitto”.

Dall’operazione potrebbero trarne beneficio anche anche gli utenti finali: “Con il nuovo polo energetico che si è venuto a creare – conclude l’analista – crediamo che il monopolio di ENEL non si trasformerà in un oligopolio a due con Edison-Fiat, anche se è difficile prevedere prima di sapere chi verrà messo a capo delle società conquistate”.

Intanto, a Piazza Affari, Fiat continua a correre malgrado il mercato sia passato in rosso dietro il calo degli indici USA. A poco più di un’ora dalla chiusura delle contrattazioni il titolo del Lingotto guadagna il 3,73% a €26,160 con oltre 4,4 milioni di azioni scambiate.