PIAZZA AFFARI: ENEL, TRE I MOTIVI DEL RIALZO

di Redazione Wall Street Italia
17 Gennaio 2002 12:40

Enel (+1,73%) prosegue la sua corsa al rialzo. I motivi di questo spunto, secondo gli analisti, sono molteplici.

Uno dei fattori è il possibile rischio black-out, paventato dall’ex ministro dell’industria Alberto Clò e le eventuali ripercussioni sulle tariffe elettriche.

Clò ha detto che “l’Italia rischia l’effetto California”, cioè “il sistema potrebbe essere entro breve a corto di potenza e quindi di elettricità”.

Secondo un operatore “lo scenario è quello di un grandissimo divario tra domanda e offerta di energia, cosa che contribuirà a tenere alti i prezzi nel settore. C’è da dire che Enel sta anche beneficiando dell’avvicinarsi della gara (prevista per il 15 febbraio) per la cessione di Eurogen, la più grande delle centrali di produzione elettrica che il gruppo deve mettere sul mercato”.

“Ultima, ma non per importanza – commenta invece un analista – la questione del ricorso positivo al Tar sull’asta per l’aggiudicazione di 3.200 Mw di energia, adesso sospesa. La decisione del Tar della Lombardia comporterà un incremento in tariffa nei primi anni nell’ordine delle €0,02-€0,025 per KWh, con un impatto significativo sull’EBITDA”.

La banca d’affari Caboto ha confermato il giudizio “Neutral” sul titolo, con un target sul prezzo a €7,6 euro, mentre Merrill Lynch ha confermato il rating “Strong buy” medio termine e di “Buy” nel lungo termine con un target sul prezzo a €8.