PIAZZA AFFARI: ENEL, SOLDI ALL’ORIZZONTE

11 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Enel segna un forte rialzo a Piazza Affari, dove guadagna il 2,08% a €6,29.

La spinta viene dal fatto che la società ha avuto soddisfazione dal Tar (Tribunale amministrativo regionale) della Lombardia nei confronti dell’Authority per l’energia.

La contesa riguardava i cosiddetti extra-costi, che risalgono alla politica degli anni della nazionalizzazione che oggi rendevano le aziende ex monopoliste poco competitive.

E’ stato imposto un rimborso che porterà ai consumatori un rincari della bolletta di circa un terzo di centesimo di euro al kilowattora, e nelle casse di Enel €3,6 miliardi nel giro di 7 anni.

Analisti di una Sim italiana hanno calcolato che sui conti di Enel l’impatto potrebbe essere di €0,5 euro per azione, mentre in termini di ebitda il beneficio potrebbe essere di €500-600 milioni di euro.

Il mercato dunque apprezza e fa salire il titolo. Un altro motivo di soddisfazione viene dalla possibilità della distribuzione di un superdividendo (%0,4 per azione), grazie soprattutto alle plusvalenze incassate con la vendita delle società di generazione di corrente.

Di questo superdividendo comunque, ne beneficerebbe per lo più il ministro del Tesoro, cioè il governo, che è il principale azionista di Enel.