PIAZZA AFFARI E’ IMMOBILE

19 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Mercato praticamente immobile: questa la fotografia di Piazza Affari che alle 12,30 ora italiana mostra il Mibtel a +0,36% e il Mib30 a +0,25%.

A tre ore dalla riapertura di Wall Street sono pochissimi coloro che decidono di vendere o acquistare. Tutti preferiscono aspettare e interpretare le prime battute della Borsa americana.

Già adesso i primi segnali che si ricevono dagli Stati Uniti invitano alla prudenza, con il Globex (future sullo Standard & Poor’s) in calo di 7 punti.

Comunque sia, crescono i nostri telefonici: Tim +0,43%; Olivetti +1,61%; Tecnost +0,71%.

Molto buono il trend di Mediaset, +1,88%; Mediolanum, +2,04%; Bipop Carire, +1,39%.

Da segnalare la grande vivacità che si sta sviluppando attorno al titolo Caltagirone fin dall eprime battute della seduta.

Infatti, dopo aver aperto a 3,09 euro (+4,29%; un euro vale 1936,27 lire), il valore è stato sospeso per eccesso di rialzo; in crescita anche le controllate Vianini Lavori (+3,72% a 2,23 euro) e Vianini Industria che, all’indomani dell’assemblea degli azionisti, guadagna il 7,02% a 1,525 euro.

Ieri Francesco Caltagirone aveva annunciato che la quotazione della Caltagirone editore avverrà entro luglio.