PIAZZA AFFARI: DENARO SUL COMPARTO BANCARIO

5 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Unicredit rimbalza con vigore e passa a €5,55 (+2,06%), dopo che il governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, ha detto no alle nuove aggregazioni bancarie, in occasione del settimo convegno a Trieste del Forex-Atic-Assiom.

Il mercato aveva penalizzato il titolo ipotizzando che Unicredit fosse sul punto di promuovere un’aggregazione con Banca Intesa (-1,69% a €5).

A Piazza Affari, per altro, gira voce che Unicredit si voglia ancora espandere in Europa
orientale e a tal proposito stia studiando il lancio di un’Opa (Offerta pubblica d’acquisto) sulla croata Zagrebelska Banka, di cui possiede gia’ una quota pari al 5%. Nessun commento ancora da parte di Unicredit.

Salgono con vivacita’ (+2,25% a €20,92) anche le azioni della controllata Rolo Banca 1473.

Tra i titoli bancari, inoltre, recuperano terreno anche le SanpaoloImi (€17,420 a +0,39%), di cui precedentemente il mercato aveva ipotizzato il matrimonio con Banca di Roma (€1,248 a +0,40%), ipotesi annullata dalle dichiarazioni di Fazio.

BNL stabile €3,770, invece, continua a esser sotto i riflettori, sospinta dai possibili sviluppi dell’interesse del Monte dei Paschi di Siena (-1,6%).