PIAZZA AFFARI CRESCE MA ENEL ZAVORRA IL MIB30

di Redazione Wall Street Italia
19 Marzo 2003 13:09

Piazza Affari a metà seduta mostra di aver imboccato con decisione la strada del rialzo, in linea con le altre borse europee.

Il mercato sfrutta il momento che sta sospeso tra la certezza dell’ormai imminente conflitto con l’Iraq e l’incertezza che avvilupperà gli investitori una volta partito il primo attacco, sulla durata della guerra.

In questa fase si cerca di ottimizzare ogni singolo spunto.

Sul Mib30 brilla il titolo Stmicroelectronics, galvanizzata dalle indicazioni del book to bill.

Buon rialzo anche per la controllante Finmeccanica. In campo industriale, segno più per Fiat a dispetto della conferma, da parte di Ubs Warburg, del giudizio negativo “reduce” sul titolo e della riduzione del target sul prezzo a €4,5 da €6.

In rialzo i titoli telefonici e i media. In sostanza gli unici che si muovono al ribasso sono Autostrade e Enel, che soffre sulla scia delle voci che riguardano la controllata Wind.

Il mercato premia gli assicurativi, specialmente Ras dopo la diffusione dei dati di bilancio.

Buon passo per le banche e per il risparmio gestito, che storicamente amplificano la tendenza del mercato.

Tra gli altri titoli che compongono l’indice delle blue chip, premiata Parmalat dopo la notizia che Calisto Tanzi potrebbe, il 28 marzo prossimo, annunciare un riacquisto dei propri bond utilizzando le risorse liquide del gruppo.

Sul Midex, Alitalia è penalizzata dai timori per le conseguenze della guerra e del rischio attentati sui conti della compagnia di bandiera.

Sul Numtel Tiscali resta al di sotto dei €4.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana